Coppa Italia. Akragas supera Sciacca e turno

L’Akragas, supera il turno di Coppa Italia, battendo nella sfida di ritorno lo Sciacca.

La formazione dei templi dopo essere passata in svantaggio ha la capacità di rimontare nel breve giro di cinque minuti, grazie al numero 10 Leonardi, un match che sembrava indirizzato verso il peggio.

Mister Giuseppe Anastasi, ripropone, nuovamente il 4-3-3, e manda in campo i seguenti 11. In porta Di Carlo, difesa a 4 composta da Yoboua, Cipolla, Tuniz e Punzi, Taormina in cabina di regia davanti la difesa, affiancato da Maiorano e Leonardi a centrocampo, Lavardera e Giuffrida in attacco a supporto della punta Lukas Corner.

Dalla parte opposta mister Giuseppe Geraldi schiera a specchio i neroverdi, mandando sul rettangolo dell’Esseneto in portiere D’Amico, Blunda, Salvucci, Ciancimino e Federico in difesa, Nicosia, La Banca e De Giovanni a centrocampo, linea d’attacco composta dagli esterni Conti e Sacco a supportare l’attaccante ex Akragas, Peppe Sant’Angelo.

Inizia bene il match con l’Akragas che potrebbe addirittura passare immediatamente in vantaggio con una doppia occasione targata Taormina – Leonardi che si conclude con la superba parata in angolo del portiere ospite D’Amico. Al 7° minuto Nicosia porta in vantaggio i saccensi che raccoglie una ribattuta di Di Carlo e dal dischetto del rigore lo trafigge con un destro che non lascia scampo. 4 minuti dopo ci prova De Giovanni con un sinistro dal limite che sfiora il palo alla sinistra del portiere agrigentino. Al 21° Leonardi potrebbe pareggiare, ben servito da Lavardera che lo mette a tu per tu con D’Amico, perde troppo tempo nel controllo e Salvucci è lesto a buttare in angolo. Un minuto dopo Maiorano con un gran destro dal limite si avvicina ancora di più al gol ma stavolta è la traversa a negare la gioia del gol ai pochi tifosi presenti sulle tribune dello stadio Esseneto di Agrigento. Ma è il preludio al gol che arriverà al 35° grazie ad un calcio di rigore conquistato dal numero 10 akragantino Leonardi che lanciato a rete da Cipolla viene messo giù da D’Amico. Per il Sig. Alessandro Angelo di Marsala non ci sono dubbi e decreta il penalty che lo stesso fantasista trasforma calciando alla destra del portiere ospite, riportando il punteggio sull’1 a 1.

Al 40° l’arbitro assegna un calcio di punizione dai 20 metri ai padroni di casa. Sul punto di battuto va ancora una volta Leonardi che con un gran destro spinge il pallone sotto l’incrocio dei pali portando di fatto la propria squadra in vantaggio. 2 a 1 per i “giganti” e risultato ribaltato.

A 2 minuti dal termine ci pensa Conti il numero 7 neroverde a mettere i brividi alla retroguardia biancazzurra con un diagonale che finisce di pochissimo alla sinistra di Di Carlo.

Nella ripresa cala il buio allo stadio Esseneto. A causa del maltempo dopo circa 20 minuti dalla ripresa del gioco si scatena anche un temporale che rallenterà di molto le giocate delle due squadre. Mister Geraldi prova a scuotere i suoi con alcune sostituzioni che però non sortiranno gli effetti sperati. La gara sostanzialmente nella ripresa cala di ritmo ed intensità e non avviene più nulla di importante a parte qualche ripartenza dell’Akragas anche se non cambierà più il risultato che rimarrà inchiodato sul 2 a 1 per la formazione di casa.

Articolo precedenteAkragas – Mazara, la photogallery
Articolo successivoAKragas, contro il Monreale probabile debutto dell’attaccante Silvano