Solito appuntamento settimanale con l’analisi generale dei vari campionati, che interessano le squadre agrigentine, a cura dell’esperto tecnico Mario Vitale.
Tra l’altro va sottolineato, che l’ex braccio destro di Magagnotti, Zeman (per un breve periodo), e poi ancora di Colantuono, Bartolo Mutti, Rino Gattuso, Mangia, Iachini, è corteggiatissimo da parecchie società che lo invitano a ritornare ad allenare.
Lui a 67 anni non si tira indietro, ma prima di accettare, vuole conoscere strutturalmente le società, l’organizzazione ed altri dettagli importanti.
“La scelta deve essere oculata – precisa lo stesso Vitale -, a prescindere dalla categoria, ma se mi convincono co0n i fatti, accetterò di buon grado”.
Intanto vediamo di analizzare i risultati di domenica scorsa.

SERIE D
“Continua a stupire il Licata di Pippo Romano, ma su questo non avevo dubbi. Una formazione di giovani, ben allenati da un volpone come Pippo che rappresenta veramente l’ammazzagrandi .
Domenica scorsa è toccato al blasonato Acireale, essere messo sotto dai ragazzini terribili, con un netto 3-1. E ritengo che, con un’esperienza maggiore,  la vittoria licatese poteva essere più schiacciante.  Complimenti Pippo.

ECCELLENZA
La partitissima Akragas-Canicattì si è conclusa con un 2-0 a favore dei giganti con reti di Gambino e Tuniz. E’ stato un derby molto composto da parte di entrambe le tifoserie.
Da Canicattì si sono mossi parecchi tifosi. Deluso il tecnico Bonfatto per l’espulsione di Raimondi. Il risultato, comunque, è stato pesante per i Canicattinesi che hanno disputato una gara in inferiorità numerica per un tempo e mezzo.
Risultato importante per la Pro Favara che viola il campo del Mazara, con un secco 2-0.
Ennesima sconfitta per il Casteltermini di Accursio Sclafani che ha perso a Marineo per 2-0.
L’allenatore del Casteltermini si dichiara fiducioso per la salvezza, dichiarando che presto all’apertura delle liste  rafforzerà l’organico.
Peccato che ha lasciato partire un perno difensivo come Giovanni la Cognata, uno dei migliori calciatori dell’Eccellenza.
Deludente prestazione dello Sciacca che ha impattato 1-1 col Cus Palermo.

PROMOZIONE
Deludente pareggio 3-3 per il Raffadali di Mercante che impatta con L’Alcamo.
Una strana situazione quella della compagine bianconera, dove a sedere in panchina è il segretario  Zangrì. L’A.I.A.C. dovrebbe indagare.
Bel pareggio, per 0 – 0,  del mio ex Gemini, allenato da Bellomo contro il Città di Carini.
Presto andrò a trovare Bellomo per una mangiata di gelatina di porco in uno dei tanti ristoranti di Cammarata.

PRIMA CATEGORIA
Finalmente una vittoria del mio ex Ravanusa, che in questo campionato mi ha fatto tanto disperare, 4-1 contro lo Sciara .
I miei complimenti  al mio ex giocatore Renato Maggio, che con il Gemini che ha superato l’Empedoclina di Portelli per 3-0.

SECONDA CATEGORIA A e B
Ottimo risultato dell’Atletico Favara 4-1 contro il Mussomeli.
L’Acquaviva  di Mistretta continua la sua “Via Crucis” e viene sconfitto dal Riesi di Schittino.
Muxar e Marianopoli si dividono la posta in palio con un pari per 1-1.
Chi invece viaggia alla grande è l’Alessandria della Rocca di Vincenzo Greco che ha liquidato con un 3-2 il Velvet Bolognetta.

TERZA CATEGORIA
si sono recuperate due gare con questi risultati:  il Cianciana  ha battuto 3-1 il soccer Licata,  mentre l’Aragona  ha superato il Montallegro per 2-0.

Articolo precedentePeppe Gambino segna il suo 200° gol in carriera (Video)
Articolo successivoAkragas, iniziativa lodevole di alcuni tifosi biancazzurri