Mancano, appena quattro partite, alla fine della stagione regolare, ma attenzione alle tante gare da recuperare che potrebbero ridisegnare l’attuale classifica generale. L’Akragas dovrà giocare due sfide interne ed altrettante esterne: all’Esseneto con la Mazarese e  con l’Enna, e poi due consecutive esterne con ProFavara e Parmonval.
Oggi arriva la Mazarese, ancora in corsa per la zona play off, con 44 punti, ma che deve recuperare una partita.

In stagione ha vinto 12 volte, pareggiato 8 epareggiate 5, con 32 reti segnate ed 17 subite (terza migliore difesa delcampionato dopo Canicattì ed Akragas).
Migliore marcatore è Sarjo Mario Seckancon sei reti, lo scorso anno in forza alla compagine dei templi.
Allenata da Salvatore Jacono, la squadra mazarese ha una rosa di tutto rispetto con giocatori di esperienza: Giovanni Fricano ex Akragas e Siracusa, Francesco Corso,Riccardo Priola, Davide Testa.
Per quanto riguarda la disponibilità dei calciatori biancazzurri, l’unica defezione riguarda il centrocampista Angelo Strano espulso per doppio giallo nel derbycon il Canicattì, e per indisponibilità: Ferrigno, Francesco Taormina.

Con il ritorno all’ora legale, la gara di Campionato Akragas – Mazarese,si sarebbe dovuta giocare alle 16,00, ma per motivi organizzativi, invece, si disputerà a partire dalle ore 15,00.
Questa sfida dell’Esseneto è stataaffidata a Fabio Caruso di Palermo, con assistenti: Manfredi Canale e GiuseppeDi Marco di Palermo.
nella gara di andata, l’Akragas espugnò il campo del “Nino Vaccara” grazie ad una rete di Tuniz (nella foto).

Articolo precedentePro Favara, vittoria esterna scacciacrisi con la Parmonval
Articolo successivoAkragas – Mazarese, ecco i convocati di Terranova ed Iacono