Volley. Per la B1 ci vorrà la bella. La Seap scivola sul campo di Castellana Grotte

Che sarebbe stata una battaglia lo si era intuito 4 giorni fa, in gara 1, quando la squadra pugliese nonostante una sconfitta al tie-break impressionò e non poco l’attento pubblico del Pala Nicosia. Ed in effetti battaglia è stata. L’unica differenza rispetto a gara 1 è che questa volta la Seap Aragona ha giocato una gran pallavolo mollando un pò nei momenti topici, ovvero a fine 4° e 5° set. Per il resto, sopratutto nel secondo e terzo parziale, ha giocato veramente bene, tanto da illudere l’intera tifoseria biancazzurra di poterla chiudere stasera in terra pugliese.

Il primo set inizia bene per le ragazze di mister Collavini, che si portano sullo 0-3. Verranno raggiunte sul 4-4 prima di cercare un nuovo allungo fino al 6-10, grazie agli attacchi di Composto e Biccheri. Quindi le padroni di casa trascinate da uno speaker alquanto chiassoso effettuano piano piano il sorpasso fino al 17-15, prima di essere nuovamente raggiunte sul 18-18. Civardi e Kostadinova però sono in serata e la chiudono 25-22.

Nel secondo set, Cammisa prende per mano le compagne che si esaltano tra punti a muro ed in battuta che disorientano le pugliesi. Il set inizia sul filo di un sottile equilibrio, 1-0, 3-1, 4-4, 5-7, 7-7. Poi inizia lo show delle siciliane. 7-10, 9-13, 12-18, 14-19 e ben 10 palle set per pareggiare il conto dei parziali, chiuso dall’ace di Baruffi.

Stesso leit motiv e quasi stesso cammino nel terzo set. Si resta in parità fino all’8-8 poi Aragona mette la freccia e corre verso la conquista del terzo set, grazie ad una superba Camilla Macedo che con i suoi muri mortifica diversi attacchi delle padrone di casa. A completare l’opera Biccheri e Composto, ma anche Falcucci che sostituirà spesso la brasiliana Dos Nascimento nel corso dl match.

Il quarto set inizia bene per la Seap che si porta avanti 2-3, 3-5 fino al consueto pareggio 8-8 prima e 9-9 poi. Qui finisce la partita della squadra del presidente Nino Di Giacomo, complice qualche errore di troppo sotto rete ed alcuni attacchi devastanti di Salamida e Kostadinova, oltre ai muri di Kabunda. Castellana passa 12-9, 15-11 fino al 17-15. Collavini tenta la carta Cusumano prima e Valente dopo. Guadagna qualche punto che tiene per poco viva la Seap fino al 19 pari, grazie a Jaqueline Dos Nascimento che piazza un paio di punti importanti, ma è solo un illusione perchè le pugliesi con un colpo di coda si aggiudicano l’importante e decisivo parziale 25-20.

Il tie break non ha storia. Subito 4-0 per Castellana Grotte e time out chiamato da Collavini che riesce quanto meno ad ottenere una svegliata generale delle sue ragazze che riagguantano le avversarie sul 4-4. Si va al cambio sul punteggio di 8-7. Sale in cattedra Kabunda che infila una serie impressionante di muri che affondano Falcucci e Biccheri che non passano più. Il 15-9 finale consente al Volley Castellana Grotte di accedere a gara 3 che si disputerà sabato alle ore 18 al Pala Nicosia di Agrigento. In palio un posto nel prossimo torneo di Serie B1.

CASTELLANA GROTTE: DI BERT (1), LODDO (10), SALAMIDA (17), KABUNDA (15), CIVARDI (14), KOSTADINOVA (18), GIOMBETTI (L), RECCHIA. N.E. RENNA, DE MITRI, TENESE. ALL. CILIBERTI

SEAP ARAGONA: BARUFFI (7), DOS NASCIMENTO (6), COMPOSTO (14), CAMMISA (16), MACEDO (12), BICCHERI (12), FALCUCCI (4), MARANGON (L), CUSUMANO (1), VALENTE, GABRIELE. N.E. MESSINA, MAIELLO. ALL. COLLAVINI

ARBITRO. BIASINI di Brescia

SET. 25-22, 14-25, 18-25, 25-20, 15-9