Con il ritorno della Sicilia nella zona gialla, qualcosa a livello calcistico verrà, quasi certamente rivista.
Attualmente, con le ultime disposizioni federali era stata predisposta la chiusura degli  Uffici del Comitato Regionale Sicilia, compresi quelli  provinciali e distrettuali, sino a tutto il 5 dicembre 2020.
Solo dopo questa data, il Comitato Regionale prenderà delle decisioni sulla ripartenza immediata o meno, dei vari campionati dilettantistici.
Tante le ipotesi, nulla, al momento di concreto.
Ma cosa potrebbe succedere nelle prossime settimane?

Da più parti si richiede quanto è attualmente in atto in Serie D e cioè:
utilizzando gli stessi protocolli sanitari.

In poche parole attuare il controllo  settimanale dei calciatori, e se qualora ai registrasse la positività di qualcuno, isolarlo e continuare a giocare con altri in rosa. Ma ci sono altre idee proposte avanzate dalla stesse società, e riguardanti  un aiuto economico da parte della Lega per coprire le spese sanitarie  al fine di garantire settimanalmente tali controlli.

Ma quando potranno riprendere i vari campionati dall’Eccellenza a scendere? Dicembre è dietro l’angolo ed è ancora prematuro fare delle ipotesi.
Certamente, salvo decisioni dell’ultima ora, si potrebbe riprendere il prossimo anno, con allenamenti e preparazione atletica.
Poi, sperando in un andamento meno cruento del Covid, si potrebbe dare il via ai vari campionati, dalla fine di gennaio o ai primi di Febbraio.

Intanto la Figc  con una nota  ufficiale fa sapere che sono cambiate le date della sessione invernale del calciomercato per le società dilettantistiche.
I club di Serie D ed Eccellenza potranno tesserare nuovi calciatori a partire dal 1° dicembre e fino alle ore 19 di venerdì 26 febbraio.
Discorso diverso per i calciatori svincolati “non professionisti” che potranno essere tesserati fino a mercoledì 31 marzo.