Acireale e Paternò, come abbondantemente previsto, è stato un derby ricco di agonismo e di ammoniti, oltre a due espulsi (74’ De Pace e 95’, dalla panchina, Ruggiero, entrambi dell’Acireale).
Si è concluso in parità (1-1) grazie al vantaggio di Cangemi per gli etnei e al pareggio del solito Piccioni per gli acesi. Nonostante il pareggio, l’Acireale rimane capolista e addirittura incrementa il proprio vantaggio sui suoi più immediati inseguitori Gelbison e Lamezia, entrambi sconfitti.
La Gelbison ha perso sul campo della Sancataldese (1-2) che ha segnato con Brunetti e Cess mentre gli ospiti hanno accorciato con Uliano, su rigore.
Il Lamezia è stato battuto a Trapani (0-2) dai gol di Vitale e Candiano. Anche la Cavese, che viaggia a pari punti con il Paternò al 4° posto, non è andata oltre il nulla di fatto (0-0) sul campo del S. Agata. Passo avanti del Cittanova che ha superato (2-1) il Real Aversa.
nche il Licata, che ha vinto (-4-2) il derby sul terreno del Troina, viaggia su acque tranquille.
Di Padovani e Manfrè le reti dei rossoblù, mentre la squadra di Pippo Romano si è avvalsa delle reti di Calaiò, di un autogol di Longo e delle marcature di Minacori e Samake.
Si è concluso in parità (1-1) Rende-Portici. Ha riposato il Castrovillari, mentre sono state rinviate Giarre-Biancavilla e S.M. Cilento-S. Luca.

Articolo precedentePrima Categoria B, crolla l’Atletico Favara, Empedoclina e Gemini vincenti
Articolo successivoSerie D Girone I, il Licata vincente con il Castrovillari