La Seap Pallavolo Aragona continua a mietere successi nel campionato di serie B2, girone I. Nella 20esima giornata, il sestetto di coach Paolo Collavini ha espugnato la palestra “Boccioni” di Reggio Calabria, infliggendo alle padrone di casa del Volley Reghion un perentorio 3 a 1.
La formazione biancazzurra ha vinto in rimonta, dopo aver perso il primo set ai vantaggi, 31 a 29. Il Volley Reghion Reggio Calabria ha annullato quattro set point alle ospiti, che dal secondo set in poi hanno dominato la partita, riuscendo a portare a casa i tre punti, fondamentali per tornare a meno 3 dalla capolista Santa Teresa di Riva e continuare a sperare di vincere il campionato.
La gara è stata bellissima ed avvincente fin dalla prima battuta ed il successo della Seap Aragona è stato più che meritato. Cammisa e compagne sono state incitate e trascinate alla vittoria da una ventina di tifosi aragonesi, che sono giunti a Reggio Calabria con due pulmini.

Coach Collavini ha dovuto rinunciare alle titolari Baruffi e Do Nascimento, infortunate, ed ha schierato il seguente sestetto: Gabriele in regia, Biccheri opposto, Macedo e Composto centrali, Falcucci e Cammisa martelli ricevitori. Nel ruolo di libero ha giocato Martina Marangon. Il Volley Reghion Reggio Calabria di coach Massimo Salvago ha risposto con Romeo in palleggio, Saporito opposto, Ragonese e Dimitrova centrali, Borghetto e Speranza schiacciatrici.
Nel ruolo di libero si sono alternate Mucciola e Angilletta. La parte iniziale e quella centrale del primo set ha visto il predominio del Reggio Calabria. La Seap Aragona è uscita fuori alla distanza ed è riuscita con caparbietà a rimontare le padrone di casa, a superarle e a condurre prima 22 a 20 e poi 23 a 21.
Le calabresi però sono state brave ad annullare quattro set point alle avversarie e a spuntarla, alla fine, 31 a 29. La Seap Aragona riorganizza le fila, tira fuori gli attributi e con classe e determinazione riesce a mettere sotto le padrone di casa.
Le biancazzurre migliorano tantissimo sia in ricezione che a muro. Poi gli attacchi sia dal centro che in banda vanno sistematicamente a segno e per Reggio Calabria c’è poco da fare. Il secondo set termina 25-18.

Il terzo ed il quarto set sono un monologo delle aragonesi che continuano a martellate le padrone di casa da ogni zona del campo. La Seap Aragona gioca una superba pallavolo, rimane concentrata, sbaglia il minimo sindacale e conquista sia il terzo che il quarto set con lo stesso punteggio: 25-14.
Al termine della partita la pacifica invasione di campo dei supporters aragonesi che fanno festa insieme alle ragazze del patron Nino Di Giacomo per una vittoria che ha il sapore di un’impresa.
Sabato prossimo, la Seap Aragona affronterà in casa il Castelvetrano dell’ex Impresem Agrigento, Nadia Vullo. La gara è in programma alle ore 18, al Palasport Pippo Nicosia di Agrigento.