GabrieleMorreale-PietroNicotraUna prestazione da incorniciare e una vittoria memorabile quella messa a segno dal forte pilota Favarese Gabriele Morreale, che a bordo della sua piccola Peugeot 106 gruppo A ha entusiasmato tutto il pubblico accorso domenica 13 Ottobre per la 22 edizione del Rally Fabaria.

Una lotta esaltante, sul filo dei centesimi, quella messa in atto da Morreale in coppia con Pietro Nicotra, che appena rientrato dal suo viaggio di nozze ha sorpreso tutti piazzandosi al quarto posto assoluto, al primo posto di classe e al primo posto di gruppo a bordo di una Peugeot 106 Rally della BlueOrange Team, confermando le sue grandi doti di guida. Nella stessa classe da segnalare anche l’ottima prestazione di Giuseppe Milioti che coadiuvato da Gaetano Fulvio Pecoraro, alla sua prima esperienza sulla piccola e potente Peugeot 106 Maxi “Nutella” della I.M. Promotor Sport, ha concluso la sua gara al terzo posto di classe, terzo posto di gruppo e nono posto assoluto. Amaro ritiro per noie meccaniche per Gaetano Faija in coppia con Alfonso Chiappara, autore comunque di buoni riscontri cronometrici anche loro a bordo di una Peugeot 106 rally.

Dominio e spettacolo in classe FA5 per la Peugeot 106 Rally dei F.lli Campione, affidata al promettente Salvatore Valenza in coppia con Raimondo Miccichè, conquistatori del primo posto di classe e del diciottesimo posto assoluto; al secondo posto di classe Gaspare Indelicato in coppia con Andrea Terrana sempre su Peugeot 106 Rally.

Vittoria in classe Super1600 e tredicesimo posto assoluto, nonostante una penalità di un minuto e quaranta, per  Giuseppe Airò Farulla in coppia con Alberto Costanza a bordo della Renault Clio Super1600 della BRSport, ritiro per una leggera uscita di strada sulla penultima prova speciale, mentre si trovava al comando della classe per Giuseppe Cipolla navigato da Salvatore Bono al via a bordo della Clio Pool Racing, e ritiro anche per Alessandro Centinaro in coppia con Francesco Pitruzella mentre occupavano il terzo posto di categoria.

Nonostante qualche problema alla sua vettura, ottimo terzo posto in classe A7 a bordo della sua Peugeot 206 per Gerlando Valenti in coppia con Girolamo Lo Piparo, stessa sorte, ma conclusa con un buon secondo posto in classe N2 per Angelo Pitruzzella e Davide Sutera Sardo a bordo della piccola Citroen Saxo della BlueOrange.

Grande spettacolo anche nella classe FN2, dove Giuseppe Pepi navigato da F. Giudice ha lottato fino all’ultimo metro, in testa alla classe per più di metà gara, alla fine si è dovuto arrendere per pochi secondi, conquistando comunque il secondo posto di classe, buona anche la prestazione di Giuseppe La Manna in coppia con G. Caramazza che ottengono il terzo posto di classe, entrambi gli equipaggi erano a bordo di Peugeot 106 rally, quinto posto di classe per il duo formato da  Carmelo Di Grazio e C. Marchica sempre su Peugeot 106. Nella stessa classe si segnalano i ritiri degli equipaggi formati da Salvatore Tuzzolino in coppia con G. Nobile e Rosario Chianetta in coppia con G. Cammilleri autori di una gara regolare, ma sfortunata.

Vittoria di classe e gruppo per Adriano Palumbo e Stefano Vetro che a bordo di una Peugeot 106 RS3 hanno fatto registrare dei tempi molto interessanti.

La giornata della scuderia siciliana fa segnare anche alcuni aspetti negativi, come il ritiro per problemi meccanici del dominatore della gara agrigentina, Alfonso “Fofò” Di Benedetto in coppia con Valentina Russo, che a bordo di una Peugeot 207 S2000 stava dominando, come da pronostico, la gara di casa quando sulla quarta prova speciale hanno dovuto alzare bandiera bianca mentre occupavano la prima posizione assoluta.

Una spettacolare, per fortuna senza conseguenze per l’equipaggio, uscita di strada ha messo fuori gioco l’equipaggio formato da Giuseppe Oieni e Gaetano Caputo al loro debutto assoluto su una Renault Clio R3, interessanti, comunque, i tempi fatti segnare dai giovanissimi portacolori dello Junior Team a pochi secondi dai migliori di classe.

Da segnalare anche i ritiri, per problemi elettrici per Stefano Calleia e Carmelo Codia a bordo di una Renault Clio Rs di classe N3, ritiro per problemi meccanici per Antonio Milioti e Gero Rizzuto a bordo della loro Renault Clio Williams di classe FN3, stessa sorte e stessa vettura per Luca Salvatore Lauricella in coppia con Giuseppe Bosco costretti al ritiro mentre occupavano la prima posizione di classe.

Sempre domenica 13 ottobre sono arrivati altri due importanti risultati per la scuderia S.G.B. Rallye, uno tra i birilli e uno dalla pista. Grande prestazione con un ottimo secondo posto di categoria allo Slalom di Avola per

Giuseppe Bellini che con la sua piccola Fiat 126 suzuki di classe P2 ha fatto segnare tempi interessanti, come il terzo posto assoluto nella prima manche.

Trionfo in pista per il convalescente Gino Parello, che nonostante un intervento chirurgico subito solo la settimana prima, ha messo tutti in riga vincendo la gara Sikelia Trophy corsa sulla pista di Racalmuto con ben 23 piloti al via. Questa vittoria consegna anche il Trofeo 700 Minicar al portacolori della scuderia nebroidea.