La Corte Sportiva di Appello Territoriale, in merito alla squalifica di cinque anni comminata a  Gerlando Contino, della Pro Favara, momentaneamente sospende ogni decisione e rinvia il tutto in occasione dell’udienza del prossimo 22 gennaio 2019. Questo il comunicato integrale:

Con rituale e tempestivo gravame l’U.S.D. Pro Favara, per il tramite del proprio difensore di fiducia, impugna le decisioni assunte dal GST così come in epigrafe riportate sostenendo, in buona sintesi che:
a) il calciatore Gerlando Contino, che nella gara in questione rivestiva la funzione di capitano, non ha mai colpito il direttore di gara e che l’aggressione al contrario sarebbe da addebitare ai sostenitori dell’USD Pro Favara. A tal fine evidenzia che il rapporto dell’arbitro indica il Contino come autore dell’aggressione solo in via ipotetica ed indiziaria circostanza avvalorata dal rapporto di uno degli assistenti il quale riferisce che il DDG rientrato nello spogliatoio dichiarava essere stato aggredito da persona non riconosciuta; che ai fatti sarebbe stato presente anche un componente della Delegazione Provinciale di Agrigento di cui ne viene chiesta l’assunzione come teste”.