“Genitori uguali ma diversi”: l’iniziativa della FIGC Sicilia.
Una locandina per sensibilizzare una sana partecipazione all’evento sportivo da parte dei genitori di atleti e atlete.
Vivere la gara in modo tranquillo, senza lasciarsi trasportare dall’agitazione.
Rispettare le scelte di allenatori, arbitri e addetti ai lavori. Accettare qualunque risultato sportivo lasciando divertire ed esprimere liberamente il proprio figlio.

Il Coordinatore Stefano Valenti ha così commentato l’iniziativa:
“La nostra mission non può che essere quella di coltivare un sano ambiente di apprendimento, dove è possibile esprimere le proprie qualità senza essere in alcun modo condizionati da nessun tipo di fattore esterno”.

Cambiare il proprio punto di vista e osservare da un’altra prospettiva una partita di calcio. Da genitori tifosi a genitori sportivi, un piccolo ma importante passo che può giovare alla serenità di addetti ai lavori e atleti

Articolo precedenteCalcio giovanile, due agrigentini in Rappresentativa Nazionale Dilettanti Under 15
Articolo successivoSancataldese, il nuovo mister è Francesco Passiatore