Facciamo quattro conti e risulta che in questo momento, nel Campionato di Eccellenza Girone A, le aventi diritto alla partecipazione son quindici: Alcamo, Castellammare 94, Dattilo, e Mazara; le palermitane Cephaledium, Cus Palermo, Don Carlo Misilmeri, Geraci, Oratorio San Ciro e Giorgio e Parmonval; le agrigentine Canicattì e Pro Favara; le nissene Mussomeli e Sancataldese; la messinese Città di Sant’Agata.
Manca la sedicesima che verrà sicuramente ripescata per completare l’organico.
Ma c’è un’altra ipotesi che sta andando avanti: la fusione tra le due squadre di serie D di Messina, che aprirebbe le porte al Canicattì che verrebbe così ripescato, liberando un altro posto in Eccellenza.
Quindi, quindi potrebbero essere due i posti vacanti nel girone A di Eccellenza, mentre in quello B, con la radiazione del Real Tirrenia, si liberebbe un solo posto. Sotto questo profilo si preannuncia un’estate calda, e sono tante le società pronte ad attivarsi per tentare il salto di categoria, tra queste anche l’Akragas.