L’Enna rinuncia a giocare per Covid la prevista trasferta con la Parmonval. Salgono così a cinque le gare da recuperare, e chissà quando se ne riparlerà. Oramai il girone di andata è arrivato alla penultima giornata, per cui il girone di ritorno sarà impegnativo per la compagine gialloverde che sarà costretta a giocare molti mercoledì per potersi allineare con le altre.
Il Casteltermini ospita il Monreale, e la vittoria è d’obbligo per potere risalire la china.
Occhi puntati sul match del Saraceno, tra Canicattì e Nissa, che dovrà disputarsi a porte chiuse per l’inagibilità delle tribune. In palio tre punti pesantissimi, che potrebbero incidere fortemente sull’andamento del campionato.
Altro scontro importante si gioca a Castellammare dove la locale squadra affronta il Mazara, ma attenzione al match d’alta quota tra Don Carlo Misilmeri e l’ostico Oratorio Marineo.
Infine, impegno difficile per l’Unitas Sciacca (sarà senza allenatore per le dimissioni di Giuseppe Geraldi), che affronta in trasferta la lanciatissima Mazarese. Chiude il quadro della giornata il derby dei poveri tra Cus Palermo e Marsala.

Cus Palermo – Dolce Onorio Marsala sabato
Parmonval – Enna calcio sabato
Akragas – Pro Favara
Casteltermini – Monreale
Canicattì – Nissa
Castellammare – Mazara
Don Carlo Misilmeri – Oratorio Marineo
Mazarese – Unitas Sciacca

Articolo precedenteAkragas – Pro Favara, un derby sempre speciale
Articolo successivoPromozione A, Kamarat impegnato con la capolista