Nel GIRONE A, il Licata di Giovanni Campanella, che aveva già conquistato anticipatamente la promozione in Serie D, ha festeggiato il salto di categoria rifilando una caterva di gol (10-3) al Mazara, con il record del suo cannoniere principe Cannavò, che ha realizzato ben 31 reti.
Il Canicattì, che si è imposto (2-1) anche sul campo del Dattilo, grazie a ben 15 punti di vantaggio sulla terza in classifica, il deludente S. Agata, battuto, in rimonta (1-2), sul proprio terreno dall’Alcamo, va direttamente alla fase nazionale degli spareggi tra seconde classificate.
Vanno ai play out Cus Palermo e Caccamo mentre retrocedono Partinicaudace, Castelbuono e Marsala.

Nel GIRONE B storica promozione in Serie D del Marina di Ragusa di mister Salvatore Utro che, battendo nel confronto diretto il Palazzolo, conquista la seconda promozione consecutiva dopo quella della scorsa stagione, condita anche dal successo in Coppa Italia.
Il Palazzolo, da 3° in classifica, affronterà ai play off il Milazzo (5°) che ha battuto (5-3) il S. Croce, mentre il Biancavilla, 2° in classifica, che ha regolato (2-0) il Catania S. Pio, affronterà ai play off il Paternò (4°), sconfitto a sua volta (2-1) da un Atletico Catania in gran vena, classificatosi al 6° posto, grazie a un girone di ritorno straordinario.
Centrata la salvezza diretta dello Scordia di Natale Serafino, grazie al pareggio (1-1) sul campo della Jonica che, a sua volta, se la vedrà ai play out contro il Catania S. Pio.
L’altra gara di play out la giocheranno Terme Vigliatore e Rosolini, grazie alla vittoria (3-1) della squadra di mister Orazio Trombatore, proprio nel confronto diretto con lo stesso Terme Vigliatore.