All’Akragas basta un pari per accedere al turno successivo di Coppa Italia.
La squadra agrigentina non ha certo disputato una grande partita, colpa delle tante occasioni sprecate, ed impreparata nel momento in cui l’ex Stefano Piazza infilava l’incerto portiere biancazzurro.
Si è giocato sotto una fitta ed incessante pioggia, ma per ciò che si è visto al “Ferdinando Lombardo”, il risultato è risultato abbastanza equo.
Da sottolineare un calcio di rigore calciato da Gambino e neutralizzato dal portiere di casa Priolo.
Per il tecnico Ciccio Di Gaetano ci sarà parecchio da lavorare per presentare, ai nastri di partenza una squadra più convinta nei propri mezzi, se intende centrare l’obbiettivo prefissato.
Quella vista contro il Casteltermini è una squadra che deve migliorare, e probabilmente, completare con qualche altra pedina.
La gara si sblocca nel secondo tempo, grazie al vantaggio di Villa, poi Piazza pareggia su punizione.
Per quanto riguarda la giovane squadra allenata da Pino La Bianca, una gara giocata con il giusto piglio, ma che deve completarsi con qualche arrivo specie nel reparto avanzato.