Sembra avere le idee chiare il neo presidente del Canicattì calcio, Angelo Licata.
“Con un rettangolo in queste condizioni non si può giocare a calcio (rferendosi al Carlotta Bordonaro). Per questo motivo ci siamo attivati per disputare il prossimo campionato di Eccellenza nella vicina città di Ravanusa, dove da poco è stato impiantata l’erba sintetica”.
Una proposta che si troverebbe al vaglio del Comune ravanusano, che nelle prossime settimane darà una risposta in merito.


Tutto nasce da una “promessa” della locale amministrazione canicattinese, che tarda a realizzarsi, e dalla necessità di fare calcio a certi livelli tecnici.
Oramai, quasi tutti gli stadi di Eccellenza sono dotati di manto in erba naturale o in sintentico, e quello biancorosso presenta dei limiti, specie quando piove ed il rettangolo di trasforma in fanghiglia.