L’ Akragas Femminile conquista i tre punti a Licata e vince il campionato di serie D.
La squadra biancazzurra vincendo l’ ultima partita di campionato supera in classifica le Leonesse White di Leonforte, che contemporaneamente hanno perso ad Agira.
Dunque tempo di festeggiamenti dopo una stagione bella, difficile e avvincente fino agli ultimi minuti di gioco.
Nel primo tempo il match di Licata è stato davvero difficile e complicato, si inizia col vantaggio casalingo su una bella ripartenza in contropiede, il pareggio arriva su calcio di rigore trasformato da capitan Vassallo, nei minuti finali la nostra bomber Brusca realizza il 2-1 ospite.
Nella seconda frazione la squadra gioca molto meglio e crea parecchie palle gol, il risultato viene messo in cassaforte con le reti di Failla, ancora Brusca che chiude a 39 gol stagionali e Astuto, nel finale Monaco para un calcio di rigore alle locali mantenendo il risultato sull’ 1-5.
Ecco le dichiarazioni di mister Piraneo che abbiamo sentito telefonicamente:
” Comincio col fare i complimenti alle nostre avversarie, hanno onorato il campionato giocandosi la partita in maniera sportiva come è giusto che sia, devo dire che hanno fatto enormi miglioramenti frutto del lavoro della loro mister e dello staff tecnico, ci sono tantissime giovani interessanti che soprattutto nel primo tempo ci hanno messo in difficoltà, in più hanno in rosa giocatrici esperte di qualità, al termine della gara ci hanno omaggiato e fatto i complimenti in maniera encomiabile, va fatto un grosso applauso alla loro sportività.
Ieri le mie ragazze nel primo tempo erano un po’ tese ed emozionate ma ci sta, noi dovevamo giocarci la nostra partita per vincere e attendere il risultato di Agira quindi è normale che abbiamo perso un po’ di concentrazione, non siamo stati attentissimi e abbiamo accumulato molta adrenalina, nonostante ciò abbiamo ribaltato il risultato con carattere.
A fine primo tempo abbiamo riordinato le idee, abbiamo chiarito gli aspetti che c’ erano da migliorare e devo dire che siamo tornati in campo col piglio giusto e ho rivisto la mia compagine giocare bene e dimostrare il proprio valore.
Gli ultimi minuti sono stati davvero palpitanti e straordinari per noi, dopo la Vittoria dell’ Agira che è stata un’ altra squadra davvero sportiva che ha giocato per fare risultato fino alla fine , abbiamo esultato e gioito alla grande.
Ho sempre detto che queste ragazze meritavano grandi soddisfazioni, abbiamo vinto il campionato con umiltà, rispetto nei confronti di tutti e determinazione, ci siamo divertiti e siamo cresciuti come gruppo, ancora una volta sono fiero ed orgoglioso di aver guidato queste grandi atlete.
È stato un campionato davvero difficile e insidioso, le ragazze di Leonforte sono brave e hanno un’ ottima società e un grande staff tecnico, l’ Agira è una squadra più che completa che ha messo in difficoltà chiunque, un gruppo importante e una dirigenza competente, l’ Ennese ha esperienza e ampi margini di miglioramento , ha in rosa ottime giocatrici, il Mussomeli è una società fantastica fatta da persone perbene e genuine che vivono lo sport in maniera divertente, comportamento esemplare, oltre ad essere una squadra ricca di giovani brave e di prospettiva,il Santa Sofia di Licata ribadisco che è davvero gestita, competenza, mix di giovani interessanti e giocatrici esperte, ottima società, il Santa Barbara di Sommatino ha delle giocatrici molto importanti e gente in dirigeza che sa fare sport nella maniera giusta, il giusto mix per fare bene in seguito, secondo me quest’ anno sono stati molto sfortunati a livello di risultati,per noi adesso inizia la meritata festa .
Articolo precedenteEccellenza A, si avvicinano i play off. Mazarese ed Enna sperano…….
Articolo successivoAkragas, sabato la sfida all’Enna. Obbiettivo vittoria