Akragas. Tennistico 6-0 contro il fanalino di coda Gioiese

Torna a vincere l’Akragas di Marco Coppa, dopo oltre 2 mesi di astinenza. Gli ultimi 3 punti conquistati risalgono addirittura al 5 novembre 2023, quando i biancazzurri si imposero all’Esseneto per 2-1 sulla Sancataldese. Da allora solo boccate amare per i tifosi del gigante, che hanno subito l’onta della sconfitta in ben 4 occasioni e pareggiando in altrettante circostanze contro formazioni alcune delle quali dirette concorrenti per la salvezza.

Questo pomeriggio, sul pantano dello stadio Esseneto di Agrigento, va di scena un match ampiamente alla portata dei biancazzurri, contro l’ultima della classe, la Gioiese, imbottita di under 2001 (il più anziano, Messaggi, è proprio del 2001). Gara che ad onor di cronaca, vista anche l’assenza del pubblico di casa, per squalifica, sembra rivelarsi poco più di un buon un test infrasettimanale.

Marco Coppa, rinuncia a qualche infortunato come Litteri e Mannina, e manda in panchina Fragapane, Sanseverino, Perez e Marrale. Gli undici titolari sono, Sorrentino, Scozzari, Cipolla, Rechichi, Caramanno, Garufo, Puglisi, Grillo, Olaye, Distefano G. e Di Mauro.

Pronti, via ed è subito vantaggio. Al 4° Di Mauro con un sombrero serve Gianmarco Distefano che prova a liberarsi di un avversario dentro l’area di rigore ospite e viene steso. Carrisi di Padova, non ha dubbi, è penalty. Dal dischetto Grillo va a realizzare non senza far patire gli addetti ai lavori, unici presenti dentro il catino di via Petrarca, facendo passare la sfera sotto le braccia di Tammaro che per poco non intercetta. All’8° discesa sull’out di sinistra di Di Mauro che entra in area e serve il pallone a Gianmarco Distefano che realizza il gol del raddoppio. Partita in discesa e si pensa subito alla goleada, del resto quale migliore occasione per provare ad azzerare la pessima differenza reti in campionato che restituisce un impietoso – 9. Ed invece il primo tempo si addormenta tra la noia collettiva dei pochi presenti. Addirittura il primo corner arriva solo al 43°. Nel mezzo, da segnalare una doppia conclusione di Di Maggio, al 28° ed al 32°, entrambe su punizione dal limite che mettono in difficoltà Sorrentino.

Nella ripresa, per fortuna dei padroni di casa ci pensa il centrale ospite Montefusco che, al 52°, non si accorge dell’uscita del proprio portiere Tammaro fino al limite della propria area di rigore e di testa volendo anticipare gli avanti agrigentini la spedisce clamorosamente in rete. 3-0 e gara che si sveglia da un torpore cui sembrava non si sarebbe più usciti. Al 57° ci prova Toscano sempre su punizione ad impensierire Sorrentino che ben posizionato blocca. Al 59° Grillo entra in area di rigore calabrese e serve Di Mauro che dagli undici metri non è lesto a calciare in porta, facendosi anticipare da Messaggi che si rifugia in angolo. Al 65° punizione di Paolo Grillo sull’out di sinistra, batte teso verso Marrale che di tacco, alla Del Piero o alla Quagliarella, giusto per rendere l’idea della gran giocata, spedisce la palla in rete, alle spalle dell’incolpevole Tammaro. La gara è molto spezzettata e vive di folate da ambo le parti molto spesso rallentate da continui scivoloni e dal precario equilibrio che regna per tutti i 97 minuti giocati dalle due squadre. Allo scadere, all’80° Casadidio timbra il cartellino con un destro da dentro l’area gioiese dopo l’assist di Liga. All’85° la sesta ed ultima rete a firma di Liga con una pregevole conclusione a fil di palo alla destra di Tammaro.

Mercoledì i biancazzurri renderanno visita al Città di Sant’Agata, e domenica prossima torneranno all’Esseneto per affrontare il Ragusa. Stavolta davanti il proprio pubblico.

Il Tabellino. Akragas – Gioiese 6-0 (2-0).

Akragas. Sorrentino; Scozzari, Cipolla, Rechichi, Caramanno (77° Di Stefano Giovanni); Garufo, Puglisi, Grillo (67° Inzerillo); Olaye (46° Marrale), Distefano Gianmarco (55° Liga), Di Mauro (67° Casadidio). All. Coppa (Governali, Fragapane, Perez, Sanseverino).

Gioiese. Tammaro; Latella (50° Armani), Messaggi, Montefusco (77° De Rosa), Cissokho (46° Foti); Mandaglio (70° Di Pinto), Di Maggio, Toscano; Miceli, Sanchez, Guerrisi. All. Arcidiaco (Rugolo, Damato).

Arbitro. Roberto Carrisi di Padova; Flavius Castel Condrut di Castelfranco Veneto e Davide Carraretto di Treviso

Reti. 5° Grillo rig. (A); 8° Distefano Gianm. (A); 52° aut. Montefusco (A), 65° Marrale (A); 80° Casadidio (A); 85° Liga (A).

Ammoniti. 64° Miceli (G).

Angoli. 7-0

Articolo precedenteEccellenza A, Pro Favara e Sciacca vincenti. Nissa in fuga
Articolo successivoSerie D, il Siracusa riduce le distanze, ma il Trapani riposava