Antonio Damato con il presidente agrigentino dell'Aia Gero Drago

La RefereeRUN, il Campionato di corsa su strada per arbitri di calcio, in attesa di tornare a correre per le strade d’Italia diventa virtuale.
Come noto l’emergenza sanitaria e gli stop imposti anche al mondo sportivo hanno fermato ogni tipo di manifestazione.
Così, in attesa della ripresa delle gare e delle corse ufficiali, la RefereeRUN, che è organizzata dall’Associazione Italiana Arbitri, diventa virtuale .
Numerosi arbitri di calcio, di tutte le categorie, dagli internazionali Daniele Orsato, Gianluca Rocchi e Daniele Doveri, gli arbitri internazionali di calcio a 5, del beach soccer, le donne dell’A.I.A., passando per gli associati della CAN B, CAN C e a scendere fino alle commissioni regionali, stanno inviando il loro invito a partecipare sulle pagine social ufficiali della RefereeRUN su Facebook (https://it-it.facebook.com/RefereeRun/) e Instagram.

A questi si aggiunge il saluto del Presidente dell’Associazione Italiana Arbitri, Marcello Nicchi, da sempre sostenitore dell’iniziativa.
Martedì 2 giugno,tutti gli associati  molti anche della Sezione di AGRIGENTO , compreso il Presidente Gero Drago avranno la possibilità di partecipare virtualmente ad un evento unico nel suo genere. Sport e Solidarietà, un binomio che caratterizza sin dalla prima edizione la RefereeRUN, manifestazione promossa dall’Associazione Italiana Arbitri, che ha al suo fianco come charity sponsor l’AIL (Associazione Italiana Lotta alle leucemie, linfomi e mieloma ONLUS). Iscrizioni aperti compilando il form:https://forms.gle/QuYyuaim7wFTP5qF6
Ogni arbitro potrà così correre comunque il proprio percorso stando a casa o nei parchi e nelle strade limitrofe nel rispetto delle normative vigenti. Per partecipare sarà sufficiente iscriversi alla gara compilando un apposito modulo e donare la quota di partecipazione all’AIL, così da ricevere direttamente a casa il pacco gara con il pettorale ufficiale, la maglia tecnica, il polsino #refereesforAIL ed il diploma di partecipazione contribuendo allo stesso tempo fare un gesto di beneficenza.