La Pallamano Girgenti ritorna vittoriosa da Catania nello scontro diretto contro l’Impianti Aetna Mascalucia fanalino di coda a 0 punti.
Ottima la prestazione del nuovo arrivato, il Greco Kolovos Geogios che si è unito ai biancoazzurri, in settimana e che, a tempo di record, la dirigenza è riuscita a tesserarlo in vista proprio della gara decisiva contro i catanesi.
Un campionato come già sottolineato in altre occasioni molto difficile che ha visto ai
nastri di partenza dopo il ritiro del Noci squadra pugliese, 7 squadre siciliane 1 laziale e 3 campane.
La formazione agrigentina quest’anno vede tra le proprie fila diversi stranieri come gli Svedesi Ludvig Larsson e Gustav Westberg e il portoghese Tiago Felipe Couthigno da Silva, completano il roster agrigentino, il siracusano Lorenzo Rubino e il licatese Alessandro Tardino e locali Joachin Goran Gelo, Luigi Mantisi, Gabriele Scibetta, il Capitano Matteo Mirotta ,Riccardo Callari, Luigi Cali e i super veterani Maurizio
Camilleri e Fabrizio Randisi.
Anche quest’anno la società agrigentina, pur essendo la struttura di via Ugo la
Malfa pronta, è costretta per disputare le gare casalinghe ad emigrare ad Enna o San Cataldo venendo a mancare l’apporto e il calore dei propri tifosi, in alcuni casi anche determinante per la vittoria.
Questo fine settimana, ovvero sabato 04 dicembre, la pallamano Girgenti incontrerà proprio a San Cataldo la squadra dei Kej Jey pallamano Ragusa attualmente in terza posizione a 8 punti, inizio alle ore 18.00.

Articolo precedentePro Favara, harakiri interno con il Mazara
Articolo successivoAia Agrigento, gli arbitri avranno un campo dove allenarsi