Volley. Aragona vince a Modica e conquista la vetta della serie B1

Vittoria doveva essere e vittoria è stata, ma non senza fatica e patemi d’animo, per il grande impegno messo in campo dalle padroni di casa che solo nel primo set cedono punti con una certa facilità. Per il resto è una dura battaglia giocata punto a punto fino alla fine!

La Seap Dalli Cardillo Aragona, parte fortissimo portandosi subito sul 6-0, mettendo paura ai tifosi locali ed illudendo forse eccessivamente quella di fede biancazzurra accorsi numerosi alla struttura geodetica di viale Fabrizio, che pensano ad un match semplice, facile. Niente di più errato. Le modicane risalgono piano piano fino al 6-8 e 11-12 grazie ai muri di Ferro, Carnazzo e Brioli, ma è Elisa Manzano l’assoluta protagonista, che con i suoi punti arrivati sopratutto a muro mantiene a debita distanza le ragazze di coach Scavino, Ramona Aricò, completa l’opera con le sue schiacciate dirompenti. Aragona vince il primo set 25-19.

Nel secondo parziale accade quello che nessuno si aspetta. L’ex Maria Laura Patti, va in battuta ad inizio set e ci rimane per un bel pò, almeno fino al punto del 9-0. Un inizio scioccante a cui nemmeno l’immediata richiesta di time out di coach Luca Secchi, riesce ad arginare, perchè sotto i colpi incessanti di Ferro e Liguori, le padroni di casa conducono in porto un set senza storia. Non produce alcun effetto nemmeno la sostituzione in cabina di regia di Trabucchi con Baruffi. Il black-out è servito e per fortuna non ha effetti sul proseguo del match.

Il terzo ed il quarto parziale vanno via quasi uguali, sulla scia di un equilibrio sottile. Falcucci, nonostante una frattura ad un dito, non fa rimpiangere l’assenza di capitan Donà, ed in taluni momenti è decisiva, così come lo sono Serena MonetaAmbra Composto, chirurgiche ed a tratti devastanti.

Il terzo set si chiude 25-16 in favore delle aragonesi, che si aggiudicano anche il quarto per 25-19, all’insegna di una irresistibile Ramona Aricò, indiscussa mattatrice del match mostrando una forza incredibile sotto rete.

Ramona Aricò Foto Giorgio Messina

Parole d’elogio anche per le giovani padrone di casa, FerroLiguori, capace di mettere a segno più di 15 punti a testa, tra schiacciate, muri ed ace.

I tre punti vanno alla Seap Dalli Cardillo che raggiunge l’obiettivo che si era prefissato prima di questa gara, ovvero superare in classifica Cerignola ed accomodarsi al primo posto solitario sulle pugliesi, aggiudicandosi, in extremis, il titolo simbolico di Campione d’inverno.