ragusa calcioIl Giudice Sportivo della Lega Nazionale Dilettanti, ha emesso il suo verdetto con un Comunicato Ufficiale, relativamente alla società del Ragusa calcio, militante in serie D:
– rilevato che, con nota del 24 gennaio 2014, il Dipartimento Interregionale, comunicava a questo Giudice la formale rinuncia alla gara di cui in epigrafe della società Ragusa Calcio
– rilevato che la Società RAGUSA CALCIO risulta essere rinunziataria già in tre precedenti occasioni ( CU.59 – 72 – 77 );
– rilevato, altresì, che alla quarta rinuncia consegue, quale sanzione, l’esclusione dal Campionato così come previsto dal 5°º comma dell’art.53 NOIF e, a titolo di sanzione pecuniaria quella di cui al comma 9 del citato art.53 NOIF;
– visti gli artt.17 CGS e 53 NOIF;
PQM
delibera:
1) di comminare alla società RAGUSA la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0-3;
2) di escludere la società RAGUSA dal campionato di competenza;
3) di comminare alla società RAGUSA la sanzione pecuniaria di E. 8.000,00.

 A questo punto, i giocatori di proprietà del Ragusa, sono liberi di accasarsi dove meglio crederanno. Alcuni di loro si allenano già con diverse squadre, e sono pronti ad indossare una nuova casacca. In organico erano rimasti in otto, e potranno essere tesserati da altre società. Simone Iozzia si allena con il Modica, Cavone, Milazzo e Madera si allenano con il New Team, Spampinato potrebbe andare al Vittoria. Discorso diverso per i giovani del settore giovanile che invece continueranno i propri campionati fino al termine della stagione, poi si dovrà pensare anche a non smantellare un patrimonio importante, che sarebbe una base fondamentale dalla quale ripartire.