Condividi

Nel campionato di Serie D, prima del riposo per le festività, si disputa l’ultima giornata d’andata.
Un turno particolarmente delicato che, senza sottovalutare tutte le altre gare in programma, potrebbe determinare con largo anticipo il salto di categoria nei professionisti.
Per ironia della sorte, si gioca infatti, Troina-Nocerina, ossia la prima della classifica contro la seconda, staccata di ben dieci punti. Scaramanzia a parte, se i punti dovessero aumentare o anche restare come sono, ci sembra assai improbabile, visto l’impressionante ruolino di marcia dei rossazzurri, che il Troina possa mancare la terza promozione consecutiva.

“Ormai – sostiene con estrema tranquillità Peppe Pagana, artefice principale di questo fenomeno Troina – siamo alla chiusura del cerchio.
Volevamo capire, essendo alla nostra prima esperienza in questa categoria, come si sarebbe concluso il girone ascendente.
Ebbene, possiamo affermare senza ombra di dubbio che, al di là delle otto vittorie consecutive e dei quattordici risultati utili di fila, è stato sicuramente positivo anche quando siamo stati costretti a scendere in campo con larghe defezioni.
Sono molto soddisfatto non solo dei risultati conseguiti, ma anche orgoglioso di guidare un gruppo di ragazzi eccezionali, umili e professionali, sempre disposti a lavorare, decisi come sono di volere sfondare nel mondo dorato di questo benedetto calcio”.

– Ormai non ci si può più nascondere.
“E non intendiamo farlo. Ho sempre sostenuto di disporre di un grandissimo gruppo e di una dirigenza ambiziosa e lungimirante, tutti componenti convergenti per fare bene”.

– La classifica parla chiaro.
“Attenzione, questo girone è difficilissimo, a parte il Troina, che sta disputando un campionato esagerato, è molto equilibrato, con almeno cinque-sei squadre attrezzate per vincerlo. Il vero problema per gli altri siamo noi perché, se ci fate caso, in trasferta si vince poco o niente”.

– Contro la Nocerina?
“E’ la squadra che, insieme con Vibonese, Messina, Gela e Igea Virtus, era stata allestita per vincere, per organico, per organizzazione e per conduzione tecnica. Va affrontata con la giusta determinazione, dobbiamo giocarcela alla grande come sempre e farla dipendere da noi.
Siamo concentrati al massimo perché vogliamo conquistare questo meraviglioso obiettivo che equivale alla vittoria di un mondiale, non solo per Troina ma per la Sicilia intera”.

Questi i pronostici di Peppe Pagana:
” Acireale-Gela 1X; Ercolanese-Ebolitana X; Gelbison-Portici 1; Igea Virtus- Palmese 1, Messina-Isola Capo Rizzuto 1; Palazzolo-Cittanovese 1X; Roccella-Paceco 1X; Vibonese-Sancataldese X”.
Nella foto PEPPE PAGANA mentre riceve il “Premio” a Vittoria da Nicola Polessi