Archiviato il turno infrasettimanale che ha riservato non poche sorprese, a partire dall’exploit del Gelbison nel confronto diretto di Lamezia, dal secondo successo consecutivo del Troina, che ha cancellato la penalizzazione e dalle ulteriori sconfitte del Giarre (ad Acireale), della Sancataldese (a Rende) e del Biancavilla sul campo della Cavese, si riparte con gli impegni delle due nuove capolista che vedono il Paternò a Biancavilla e il Gelbison in casa con il Portici.

I pronostici sono di mister Nicola Terranova, tecnico tra i più preparati, attualmente senza panchina, dopo aver condotto, la scorsa stagione il Castrovillari alla salvezza anticipata.
“Non nascondo – ha detto l’ex allenatore del Mazara, Gela, Folgore, Canicattì e Marsala – di avere ricevuto qualche proposta ma finora non è arrivata quella giusta per cui preferisco aspettare”.

Cosa sta esprimendo il campionato?
“Un campionato particolare, dalle mille sorprese. La prima il bellissimo avvio del Paternò che sta dimostrando l’abilità del suo direttore e la bravura di un allenatore emergente, carico di entusiasmo.
Alla fine, la lotta per la promozione sarà ristretta a Cavese, società blasonata, che ha allestito un complesso molto importante ed è guidato da un tecnico molto esperto, e Gelbison, che sta dando continuità al brillante campionato della scorsa stagione”.

E il Lamezia?
“Forse come organico è superiore alle altre due, ma sta accumulando troppo ritardo anche se ancora il campionato è lungo e potrà accadere di tutto, considerati i risultati continuamente sorprendenti e nessuno mai scontato.
Nel complesso la differenza in questo momento la stanno facendo la corsa e l’intensità, ma prima o poi la qualità verrà fuori”.

“Biancavilla-Paternò 1; Castrovillari-Cavese X; Messina-Rende 1; Gelbison-Portici 1; Licata-Real Aversa 1; S. Luca-Lamezia X; Sancataldese-Trapani X; S.M. Cilento-Cittanova 2; Troina-Acireale X”.

Articolo precedenteSeconda Categoria B, Campobello capolista in cerca di conferme
Articolo successivoEccellenza A, il Castellammare espugna il campo della Parmonval 1 – 2