Approfittando della sosta del campionato di Serie D di domenica 11 febbraio, in occasione del torneo di Viareggio (nella cui rappresentativa non figura alcun giocatore del Girone I ), cogliamo l’occasione per fare il punto della situazione alla luce delle 26 giornate di campionato disputate, 7° turno di ritorno.
A dominare il torneo fin dall’avvio il Trapani che sta rispettando in pieno i pronostici della vigilia e gli obiettivi societari che prevedono il ritorno tra i professionisti.
Attualmente la formazione granata, guidata con sagacia da mister Alfio Torrisi occupa il I° posto in classifica con 65 punti, frutto di 21 vittorie e due pareggi nelle 23 partite disputate, migliore attacco con 68 gol realizzati e migliore difesa con 10 reti subite.
Il Trapani ha superato anche i 4^ di Coppa Italia battendo, in rimonta, la Fidelis Andria (2-1) grazie ad una doppietta di Convitto nei minuti di recupero (94′ e 96′).
A non fare ritenere il campionato già archiviato ci sta pensando l’ottimo Siracusa, che ha avuto la sfortuna di trovare sulla propria strada il Trapani.
La squadra aretusea, guidata abilmente da mister Gaspare Cacciola, occupa il 2° posto in classifica, con 58 punti con lo stesso numero di gare disputate (23) dal Trapani, frutto di 18 vittorie, 4 pareggi e una sconfitta.
Terzo posto con 53 punti, fuori dai giochi nella lotta per la promozione, con 23 partite giocate, la Vibonese, che ha un posto pressochè già assicurato nei play off dal momento che la squadra al 4° posto è la Reggina con 40 punti (in 22 partite giocate).40 punti li ha accumulati anche la rivelazione Sant’Agata che, però, ha disputato 24 partite, così come il Real Casalnuovo che dispone di 39 punti in classifica.
Possibilità di far parte del quartetto che disputerà i play off anche per il Ragusa, indipendentemente dall’eventuale distacco degli otto punti (35 punti e 24 partite disputate).
In zona tranquilla della graduatoria, a patto che non si distraggano eccessivamente, navigano il Licata (33 punti), l’Acireale (31), l’Akragas e la Nuova Igea (29), Canicattì 28 e Sancataldese 27.

Per quanto riguarda la zona rossa della classifica, considerato che retrocederanno quattro squadre, sembra scontata la retrocessione diretta della Gioiese (4 punti in classifica) che andrà a fare compagnia al Lamezia, ritiratasi.
Allo stato attuale con 10 punti in classifica retrocederebbe direttamente il Castrovillari in quanto in ritardo dal San Luca di otto punti.
Pertanto, l’unico play out attualmente in vigore sarebbe Portici (21 punti) – San Luca (18 punti), con il Locri (23 punti) in salvo. Questa è l’attuale situazione, ma il campionato è ancora lungo e può accadere di tutto. In bocca al lupo a tutti!!!!.

Articolo precedenteSerie D Girone I, sosta di campionato per il Viareggio Cup
Articolo successivoEccellenza A, Nissa e Pro Favara lotta a distanza