Gelbison non va oltre il nulla di fatto sul campo del Cittanova (0-0) e gli inseguitori ne approfittano per accorciare le distanze dal vertice.
Primo fra tutti il Lamezia che, in rimonta, ha battuto a domicilio (1-2) il S. Agata, che si era portato in vantaggio con Brugnano, prima che Brusescu, all’85’ su rigore e Haberkon in zona Cesarini (92’), ribaltassero il risultato.
Anche la Cavese, con l’esordiente mister Troise in panchina, ha ridotto le distanze a 6 punti dalla vetta, avendo superato (1-0) il Real Aversa, con un gol di Diaz.
Il Paternò travolge (8-1) il Messina e si porta al 4° posto in classifica superando l’Acireale, che, dopo essere passatoi in vantaggio con Cannino, si è fatto imporre il pareggio (1-1) dal Portici (determinante l’espulsione di Esposito), e il S.M. Cilento, battuto in casa (1-3) dal Castrovillari.
Per la cronaca i gol del Paternò sono stati realizzati da Cangemi, Camara e Foderaro (una doppietta ciascuno), Basualdo e Pappalardo. La rete della bandiera dei peloritani è stata realizzata da Landi.
Non è riuscito al Licata l’exploit a Rende. La squadra di Romano ha segnato con Souarè, ma Mirabelli, in chiusura, ha agguantato il pareggio. Debutto vincente anche di mister Massimo Morgia sulla panchina del Trapani, che ha sconfitto per 2-0 il S. Luca con le reti di Maltese e Gatto.
In zona rossa, i due derby tra formazioni isolane si sono conclusi con il successo della Sancataldese sul Biancavilla (al gol di Brunetti e alla doppietta di Rotulo, hanno risposto Santapaola e Ficarotta) e il pareggio tra Troina e Giarre (in gol Corcione per gli ennesi e Sessa per i ragazzi di mister Cacciola.

Articolo precedenteSeconda Categoria A e B, Alessandria della Rocca nuova capolista
Articolo successivoSerie D Girone I, Riccardo Rutolo protagonista, segna una doppietta