La Seap Dalli Cardillo Aragona incappa in una nuova sconfitta, a conclusione di una gara molto combattuta contro una delle squadre più forti ed attrezzate del Campionato.
Le ragazze del presidente Nino Di Giacomo ha dovuto cedere le armi a conclusione di un’estenuante tie break, ma ha dato chiari segnali di ripresa e tanta voglia di combattere.
Nulla da fare contro la Millenium Brescia che, tra l’altro ha affrontato le ragazze aragonesi fortenemente penalizzate dalla forzate assenze di  Stival, Caracuta, Zech, e con Cometti, Moneta e Bisegna non al meglio della condizione fisica.
Malgrado ciò la squadra di coach Micoli ha tenuto testa ai quotati avversari,sfiorando una clamorosa vittoria.
Avanti due set a zero, con Dzakovic e Zonta in grande spolvero, il Brescia rischia di cadere nuovamente in campionato ma la salvano Bianchini (MVP del match con 26 punti) e l’esperienza di Bartesaghi, Cvetnic e Ciarrocchi.
La Seap Dalli Cardillo Aragona alla fine esce tra gli applausi del folto e caloroso pubblico e con la consapevolezza di essere una squadra che può giocarsela a viso aperto con qualsiasi avversario.
Il punto conquistato, il quinto dopo cinque partite (l’Aragona deve recuperare il match in casa contro Busto Arsizio) da fiducia e morale per le prossime e imminenti sfide di campionato contro Sassuolo e Macerata.

Il tabellino
SEAP DALLI CARDILLO ARAGONA: Moneta 4, Negri 12, Casarotti 4, Dzakovic 25, Cometti 4, Zonta 21, Vittorio (L), Bisegna 1, Ruffa. Non entrate: Zech, Stival, Caracuta. All. Micoli.
BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: Ciarrocchi 11, Bianchini 26, Tanase 6, Fondriest 9, Morello 4, Cvetnic 20, Scognamillo (L), Bartesaghi 17, Caneva, Giroldi. Non entrate: Sironi, Blasi, Tenca (L). All. Beltrami. ARBITRI: Brunelli, Marigliano. Durata set: 27′, 25′, 27′, 30′, 17′; Tot: 126′.
NOTE: Muri Aragona 14, Brescia 6. Ace Aragona 9, Brescia 8. Err. battuta Aragona 7, Brescia 13. Err. azione Aragona 4, Brescia 12. Attacco Aragona 24%, Brescia 39%. Ricezione Aragona 37% (14% perfetta), Brescia 49% (22% perfetta).
Articolo precedenteCus Palermo – Enna, l’anticipo termina 0 – 3
Articolo successivoPrima Categoria B, pesante sconfitta del Ravanusa che scivola in classifica