Anche il Campionato di Prima Categoria è pronto a riprendere il proprio cammino, dopo il giro di boa.
In vetta alla classifica una sola squadra: l’Empedoclina del tecnico Angelo Mercante.
Un cammino quasi perfetto, macchiato da una sola sconfitta subita ad opera dell’Accademia Nicosia.
Con sei punti di margine sul Real Suttano, e con otto sul Don Bosco Mussomeli, la compagine marinara, è finalmente tornata giocare sul proprio rettangolo di gioco del “Collura”.
Ma attenzione, perchè dovrà farlo, a porte chiuse, e sino a quando non si effettueranno alcuni interventi alla struttura. Questa prima di ritorno, l’Empedoclina dovrà giocarla sul campo ostico “Nuccio Malaponti” di Aidone contro il locale Don Bosco 2000.
Le altre agrigentine: Atletico Favara e Campobello di Licata, con un po’ di sofferenza (più la seconda), che non riesce a scrollarsi l’ultima posizione di classifica generale.
Più lineare il cammino dell’Atletico Favara, che dopo inizio incerto, sembra avere imboccato la strada giusta, posizionandosi a ridosso delle grandi in una zona tranquilla.
Purtroppo per la compagine campobellese se non si da una scossa, rischia seriamente di retrocedere.

Queste le sfide della prima di ritorno:
Atletico Favara – S. Anna,
Castronovo – Campobello,
Don Bosco 2000 – Empedoclina,
Don Bosco Mussomeli – Nicosia,
Real Suttano – Niscemi,
Riesi – MasterPro,
Sommatinese – Branciforti.

Articolo precedenteEccellenza A, si ritorna in campo. Le gare in programma
Articolo successivoAkragas, sbanca anche il campo di Leonforte. 0 – 3 il finale