Si è tenuta domenica 4 febbraio presso la piscina di Caltanissetta la seconda tappa del Campionato Regionale Libertas, organizzata dal responsabile provinciale Davide Dessì.
La competizione ha visto la partecipazione di numerose compagini provenienti da tutta la Sicilia. La classifica finale ha visto primeggiare la Swimminside Caltanissetta, davanti alla Nuoto Agrigento, seguita dalla Swim Club di Mazara del Vallo e dall’Eidos di Canicattì. Ottimi risultati per la squadra agrigentina, di casa presso la piscina di Favara.

La Nuoto Agrigento, infatti, è riuscita a triplicare il punteggio ottenuto nella prima tappa piazzandosi al secondo posto e conquistando ben 8 ori, 14 argenti e 10 bronzi. Nel dettaglio ecco gli atleti sul podio per i colori agrigentini: Laura Liotta (3 ori, 2 argenti e 1 bronzo), Gabriele Alessi (1 argento), Pietro Distefano (2 ori, 1 argento e 1 bronzo), Salvatore Milioti (1 oro, 1 argento, 1 bronzo), Carmen Morreale (1 argento), Salvatore Milioto (1 bronzo), Elisea Bennardo ( 3 argenti e 1 bronzo), Evelyn Morello (1 argento), Dorotea Cosentino (2 bronzi), Daniel Falletta (1 argento), Maria Sanfilippo (1 argento e 1 bronzo), Flavio La Marca (1 bronzo. Ottimi risultati anche nelle gare a staffetta con 2 ori, 2 argenti e 1 bronzo.

Buone prestazioni anche per il resto della spedizione agrigentina: V. Spirio, L. Milioto, C. Argento, G. Moscato, D. Milioti, P. MIlioti, A. Trupia, G. Catalosi, A. Milioto, M. Valenti.

Soddisfazione è stata espressa dal presidente della Nuoto Agrigento Carlo Dessì che ha dichiarato:
“Abbiamo ricominciato le nostre attività solo qualche mese fa dopo un periodo di chiusura e devo dire che ad oggi i risultati del nostro lavoro mi sembrano già evidenti. Abbiamo grandi ambizioni per il futuro e siamo sicuri di avere i mezzi per poter centrare i nostri obiettivi.”
Parole di grande consapevolezza quelle del presidente della società agrigentina che sta svolgendo un grande lavoro nella piscina di Favara, facendo avvicinare a questo sport numerosi bambini e giovani e diffondendo nuovamente la cultura dello sport e del nuoto, offrendo alla cittadinanza un servizio di grande qualità, con risultati (anche a livello agonistico) evidenti già dopo pochi mesi.