MTB. Racing Team oltre Manica con Giuseppe Greco

La Racing Team Agrigento va oltre lo stretto… della Manica!

Giuseppe Greco, giovane atleta della Racing Team Agrigento, 16 anni, originario di Palma di Montechiaro, che corre nella categoria Allievi 2° anno, ha ormai raggiunto una maturità sportiva tale da consentirgli di primeggiare anche in campo internazionale.

La notizia arriva direttamente dall’Irlanda, dove lo scorso 27 novembre, il noto bikers agrigentino, ha partecipato alla tappa finale del “Munster CX 2016”, una importantissima competizione del campionato di ciclocross, che si è disputata  nella cittadina di Drombane, al centro dell’Irlanda, a sud ovest della capitale Dublino. Alla sua prima apparizione nella Categoria Junior ha conquistato la vittoria assoluta dando anche un importante distacco ai rivali.

giuseppe-greco-irlanda-4Allora Giuseppe, come è nata l’idea di correre in questa competizione internazionale?

“Mi trovo in Irlanda dal 27 agosto, per il mio semestre scolastico. Imparare l’inglese e andare in bici i miei principali obiettivi, e dato che ho conosciuto delle persone che vanno in bici, loro stessi mi hanno proposto di partecipare a questa gara di ciclocross.”

Diciamo subito che hai vinto. Ma che gara è stata?

“Si, ho vinto! Beh, come gara non è stata molto difficile. Sono partito forte e sono riuscito a tenere per i 5 giri seguenti. Nella mia categoria correvamo in 40 circa, su un circuito di 2,5 km, che abbiamo girato per 5 volte, fino a percorrere un totale di 12,5 km e l’ho finito in 44 minuti circa.”

Cosa hai provato quando hai vinto? Che esperienza è stata?

“Per me è stata un’esperienza completamente diversa perché non conoscevo i miei avversari e non sapevo il loro livello, inoltre ero curioso di vedere cosa sarei stato in grado di dare dal momento che la mia ultima gara è stata a luglio, dopo un piccolo incidente in bici. Un emozione indescrivibile, ed un’esperienza unica e bellissima. Riuscire a vincere anche in Irlanda, impensabile! E tutto questo grazie alle persone che mi seguono moltissimo come il DS Totò D’Andrea e Daniele Danile, a cui dedico questa stupenda vittoria, insieme alla mia famiglia, mia mamma Giuseppina, mio padre Angelo, e mia sorella Valentina, che saluto e ringrazio per la grande opportunità che mi stanno regalando.”

Raggiante anche il DS del Racing Team Totò D’Andrea: “La dedica mi fa molto piacere, ma la cosa che più di tutto rende fieri me e la squadra – racconta con orgoglio  – non è solo il risultato sportivo, ma anche, e sopratutto quello formativo, poiché Giuseppe, oltre a continuare a correre, allo stesso tempo sta svolgendo gli studi con ottimi risultati. Anche questo è Racing Team. Crescita umana, sportiva e culturale!”