Come ogni settimana, ecco le previsioni del Maestro pluridecorato Mario Vitale, i cui pronostici sono seguitissimi dai nostri affezionati lettori.

SERIE D.
Il sorprendente Licata di Pippo Romano, dopo la vittoria ottenuta a Cittanova, incontra una big come l’Acireale che fino ad oggi non ha brillato.
Un’eventuale vittoria dei giallo-blù li proietterebbe nelle zone alte della classifica.
Il blasone dell’Acireale potrebbe fare la differenza, ma credo in un pareggio, che al Licata andrebbe pure bene, oltretutto non ha mire da primato, ma quello di ottenere la salvezza il più presto possibile.

Eccellenza :
Ed ecco arrivato il grande giorno del grande scontro tra due titani. I giganti dell’Akragas di Anastasi e  il Canicattì di Bonfatto.
Non è facile pronosticare il risultato finale. Con la mente ritorno 43 anni indietro, quando col Ravanusa affrontai il Favara di Basilio Foti.
Persi 1-0 con gol di Materazzo. Io credo ai corsi e ricorsi storici, solo per il fattore campo, non me ne voglia l’ottimo Bonfatto che reputo il migliore allenatore della categoria, ma punto sulla vittoria dell’Akragas.
Il Pro Favara si reca a Mazara, e qui la vedo nera per gli uomini di Tudisco, che devono a tutti i costi fare risultato, il pari potrebbe non bastare, ma il Mazara è un’ottima squadra. Metto X.
Il Casteltermini dell’ottimo Accursio Sclafani si reca a Marineo.
Qui, o si fa L’Italia per il Casteltermini o si muore, nel senso che sarebbe davvero dura recuperare. Voglio  essere benevolo con l’amico Accursio, speriamo in un pareggio.
Chi invece non dovrebbe avere problemi è lo Sciacca di Gerardi che viaggia spedito e continua a fare risultati. Mette fieno in cascina. Se la deve vedere col Cus Palermo che cerca punti salvezza, ma mi sembra molto difficile. Segno 1 per lo Sciacca.

In Promozione il Raffadali di Mercante affronta l’Alcamo e deve fare sua l’intera posta, lo stesso il Kamarat che si reca a Carini e potrebbe accontentarsi anche della divisione della posta.

In Prima Categoria, il sorprendente Atletico Favara ospiterà il Sommatino, dal risultato incerto, il pareggio potrebbe accontentare entrambe.
Spostandoci in montagna, e più esattamente a San Giovanni Gemini, la squadra di Renato Maggio, mio ex giocatore che feci esordire nel 1980 nella gara contro la Mobiltoto Sciacca, affronta la squadra del mio cuore, il Ravanusa, che domenica mi ha dato un grosso dispiacere subendo 6 gol dall’Aspra.
Auguro alla Società tanto cara alla buonanima dell’Onorevole Salvatore Lauricella di rifarsi , e mi dispiace per l’amico Renato Maggio, ma io tifo per il Ravanusa, anche se so che Renato che è una vecchia volpe , escogiterà qualcosa , purtroppo non si troverà di fronte il suo vecchio maestro.
Andrebbe bene un pareggio per entrambi.
L’Empedoclina si reca a Termini e qui è di rigore la vittoria, non può fallire.

In Seconda Categoria , nel girone A, viaggia come un treno l’Alessandria della Rocca, che deve vincere contro il Bolognetta.
Il segno 1 è scontato per gli uomini di Vincenzo Greco. Una Società modello come l’Alessandria non può permettersi passi falsi.
La Margheritese anch’essa una corazzata gioca contro i giovani della Primavera Marsala e anche quì la vittoria è d’obbligo , mentre il Castronovo se la vedrà in casa contro la forte Belsitana, 2.
Nel girone agrigentino in 2° categoria non ci sono gare particolarmente importanti, Virtus Favara-Alimena 1. Acquaviva-Riesi 2  e Muxar-Marianopoli 1.

La Terza Categoria riposa, ma si recuperano 2 incontri l’Aragona dell’ottimo Alessandro De Caro ospita la deludente Montallegro, un’ottima formazione ma di cui ci si aspettava molto di più.
Il segno 1 non dovrebbe mancare nella casella a favore dell’Aragona, mentre il forte Cianciana ospita la cenerentola Soccer Licata, anche qui il segno 1 è d’obbligo.

Articolo precedenteEccellenza A, sarà una 11^ giornata da brividi
Articolo successivoPromozione A, Raffadali e Kamarat a caccia di punti