licata-liottaLicata. Il patron Deni ha annunciato novità importanti per il Licata del futuro. L’imprenditore si trova attualmente in Romania dove starebbe perfezionando un accordo con una società di serie B rumena con cui iniziare un progetto calcistico ad ampio raggio. Il patron ha spiegato che intende fare del Licata «una sorta di società satellite di questa squadra rumena della serie cadetta. Ci sarebbe ovviamente un interscambio di giocatori tra le due società così da portare a Licata nomi importanti». Il patron rientrerà in sede per il fine settimana quando la squadra sarà chiamata a prendere parte alla difficile trasferta in casa del Pomigliano d’Arco che è ancora impegnato nella lotta per evitare i playout e che giovedì si giocherà la finale di Coppa Italia Dilettanti. Oltre a Deni, all’estero si trovano attualmente anche il presidente Dorin Christache e il direttore sportivo Bogdan Dumitrescu. Ed è proprio sfruttando il ds che si sta tentando di coinvolgere il fratello Ilie, ex calciatore di Steaua Bucarest, Siviglia, West Ham e della nazionale rumena e attuale allenatore senza squadra, per condividere il progetto tecnico di cui abbiamo parlato in apertura di servizio. Novità importanti si potranno avere nelle prossime settimane e dopo il rientro in Italia di Deni e dei suoi collaboratori. Intanto però c’è da concludere al meglio l’attuale campionato di serie D che vede il Licata al penultimo posto in classifica e con ormai pochissime possibilità di salvare la categoria. La squadra ieri si è ritrovata allo stadio Dino Liotta dopo il lunedì di riposo in seguito alla vittoria contro il Due Torri, la prima della nuova gestione tecnica. I giocatori sono arrivati alla spicciolata e alle tre erano già sul sintetico dell’impianto di Corso Argentina.

La Sicilia – Giuseppe Cellura