SS AKRAGAS: Pane, Scrugli, Zanini, Pezzella, Marino, Carillo, Carrotta, Salandria, Gomez (80’ Garcia), Longo (64’ Salvemini), Cocuzza (Riggio) All. Di Napoli

REGGINA: Sala, Gianola, De Francesco, Coralli, Oggiano, Botta, Kosnic, Porcino, Cane (71’ Maesano), Bangu (46’ Knudsen), Possenti (77’ Tommasone) All. Zeman

Arbitro: Chindemi di Viterbo – Assistenti: Rossi di Novara e Biava di Vercelli
RETI: 15’ Marino, 34’ Coralli (rig.), 41’ Marino, 87’ De Francesco,

Ammoniti: Sala, Botta, Possenti, Zanini, Salandria.

Espulso: Marino per fallo da ultimo uomo. Recupero: 2’pt, 5’st

NOTE:  Giornata calda, spettatori 1.689 compresi gli abbonati. Presente un centinaio di tifosi della Reggina.

Gara molto vivace sin dai primi minuti con una leggera prevalenza territoriale della Reggina. Dopo alcune conclusioni senza esito particolare, è l’Akragas che in contropiede trova il vantaggio con Marino.
L’azione si sviluppa su calcio d’angolo pennellato da Longo che
trova Marino alla devizione di testa.
Raggiunto il vantaggio l’Akragas si contrae consentendo agli ospiti di sviluppare diverse azioni d’attacco, A conclusione di una di queste, scaturisce il calcio di rigore. E’ Coralli a creare un pò di scompliglio in area e si procura il penalty. Dal dischetto realizza lo stesso.
L’Akragas si scuote e in un azione di contropiede insistente, nuovamente con Marino gonfia la rete avversaria. Il primo tempo si chiude con la compagine dei templi in vantaggio per 2 – 1.

Nel secondo tempo Marino protagonista dei colori biancazzurri viene espulso all’inzio del secondo tempo. Akragas in inferiorità numerica, viene sottoposto, ad assalti costanti della Reggina, che trova la rete del pari a sei minuti dalla fine.

Prossimo impegno Biancazzurro, mercoledi a Fondi.

Akragas-Reggina