Antonello Laneri all'Esseneto

Mentre si lavora al «catino» è già scattato il totoacquisti, «avvistati» Baiocco e Mascara.

Il diesse Antonello Laneri
Il diesse Antonello Laneri

Mentre un’intera città è in attesa di conoscere quale sarà il futuro dell’Akragas, allo stadio Esseneto, una squadra di operai sta intervenendo sulla parte esterna della cinta muraria della struttura sportiva di via Petrarca.
Qualcosa di positivo inizia a intravedersi e questo è un chiaro segnale di buona volontà, affinchè si possa rimettere in sesto, il “catino” agrigentino, che necessariamente dovrà attenersi alle norme federali. Ieri mattina, il futuro diesse biancazzurro, Antonello Laneri, ha fatto un veloce sopralluogo allo stadio accompagnato dal dirigente Lillo Trupia. Nessun commento da parte sua, ma si intuisce che inizierà a parlare, nel momento in cui, si ufficializzerà il suo ingresso. Intanto, continuano gli “avvistamenti” ad Agrigento di volti noti che potrebbero, in un prossimo futuro indossare la maglia akragantina.
Davide Baiocco, ieri mattina, è stato visto nei pressi dello studio del presidente Silvio Alessi, mentre qualche giorno prima, si è registrata la presenza di Peppe Mascara, accompagnato dal suo procuratore. Ma circolano altri nomi di un certo rilievo, sui quali bisogna andarci abbastanza cauti. Spicca, ad esempio quello di Filippo Tiscione, ex Savoia e palermitano purosangue, ma prima, bisognerà vedere chi saranno i riconfermati della scorsa stagione. Il sogno della tifoseria è quello di rivedere in biancazzurro: Ciccio Vindigni, Nicola Arena, Andrea Saraniti, che a dire il vero, sono stati contatti dalla società nei giorni scorsi. Ieri è scaduto il termine ultimo di contratto che legava i calciatori alle società.
In questo momento, ufficialmente, sono tutti quanti liberi di accasarsi dove ritengono opportuno, alcuni di essi, sottobanco, hanno avuto dei contatti interessanti per la prossima stagione. Molti di loro li vedremo in altri club, ma qualcuno di essi, sicuramente, firmerà nuovamente per l’Akragas. Ritornando alla giornata di ieri, i club in regola avrebbero dovuto presentare in Lega la domanda di iscrizione accompagnata dalla fideiussione e alla Co. Vi. So. C, tutta la documentazione economico-fiscale della stagione appena conclusa, oltre al budget finanziario trimestrale per la stagione sportiva 2014-2015. Inoltre, le società dovranno assolve a tutti gli obblighi legati agli aspetti strutturali ed organizzativi degli impianti sportivi, come il numero di posti a sedere per gli spettatori e i sistemi di illuminazione. Qualora un club non risultasse in possesso, entro il 30 giugno, dei requisiti richiesti, è previsto un secondo step che permette di presentare il ricorso direttamente alla Co. Vi. So. C, entro il 15 luglio. In questo caso il termine fissato è perentorio e successivamente la decisione di concedere o meno la Licenza Nazionale, verrà presa dal Consiglio Federale durante la riunione del 18 luglio.

Articolo precedenteTiro a Segno: Ignazio Valenti mattatore della prima prova del 12° Campionato “Città dei Templi”
Articolo successivoJoppolo, si gioca il Torneo estivo di calcio a 7