“Il Calcio, il giorno dopo” è una rubrica ideata e curata dall’esperto tecnico Mario Vitale, che ogni settimana, analizzerà e commenterà a “largo raggio”, i risultati e le varie situazioni, che maturano in seno a tutte le squadre siciliane dal campionato di serie D a quello di Terza Categoria.
Il nuovo percorso per Agrigentosport.com, inizia con il campionato di serie D , dove milita il LICATA.
“Non so, se gli uomini di Peppuccio Romano, mio ex allievo, devono rammaricarsi per la perdita di due punti in quel di Sant’Agata di Militello, avendo ingiustamente pareggiato. – Inizia Mario Vitale – Conducevano l’incontro col gol di Minacori , e si sono fatti raggiungere .
La squadra agrigentina , nonostante la giovane età , grazie al lavoro di Romano, ha costruito un quadrilatero eccezionale formato dall’esperto Caccetta, Maniscalco, Minacori e Giannaula. Squadra ostica e rognosa da affrontare , che sta dando ottime soddisfazioni al proprio tecnico. Domenica arriva la capolista Cavese, e non escludo un colpo gobbo da parte del Licata”.

Poi l’esperto trainer si sofferma sul Campionato di Eccellenza.
“E adesso passiamo al campionato di Eccellenza, dove la corazzata Akragas ha subito un’incredibile sconfitta a Castellammare.
Dal possibile 1-3,  al finale 3-2. Incredibili le tantissime parate del portiere Di Paola del Castellammare e soprattutto per le prodezze dell’ex Pirrone che si è superato.
Sono le solite partite , che si affrontano con sufficienza. Questo non deve accadere alla compagine di Peppe Anastasi.
L’Akragas , lo sappiamo è la candidata regina alla vittoria finale, ma aggiungiamo anche che ci è stata tanta , ma tanta sfortuna contro il Castellammare.
L’Akragas ha le potenzialità per recuperare già da domenica prossima quando all’Esseneto arriverà il Cus Palermo.
Un pareggio, invece, che non dispiace è quello ottenuto dal Pro Favara 0-0 contro il Canicattì dell’ottimo Bonfatto, ( figlio d’Arte ) un giovane che sta dimostrando grandi capacità come tecnico nonostante la giovane età.
Il pareggio non dispiace al Pro Favara che si è presentato con una difesa rimaneggiata per le assenze di Fallea e Fregapane.
Il Canicattì spesso si è fatto sotto con le solite ripartenze di Iraci, che comunque è stato bloccato dall’ottimo Marchica, pericolosissimo l’attaccante del Canicattì Matera, un lusso per la categoria. Domenica prossima scontro al vertice Canicattì -Mazarese. chi vince svetta solitario in testa.
Dai sogni spesso nel calcio si passa alla dura realtà .
Chi sognava di ripetersi con un’altra vittoria, dopo quella maturata col il Mazara è stato lo Sciacca di Giuseppe Geraldi, che sperava di fare risultato pieno contro il modestissimo Monreale.
Solo uno 0-0 che nonostante tutto fa classifica.
Non credo che lo Sciacca abbia pretese di primato. La sfortuna dello Sciacca di avere trovato in porta l’esperto Ingrassia che si è superato.  Gli do un 10 e un bacio in fronte. Lo merita.
Le noti dolenti arrivano invece da Casteltermini che si è fatto superare in casa dall’Enna di Seby Catania. Dispiace per la squadra dell’amico Pino La Bianca, ottimo tecnico e bravissima persona. Non credo che sia una questione di allenatore, ma di forza squadra. Pino è una vecchia volpe di questi campionati, deve solo farsi rafforzare l’organico. Il campionato è lungo, nonostante tutto il Casteltermini è in lotta con Parmonval ( ma difficilmente quest’ultima retrocederà), Marsala, ma qui all’apertura delle liste si rafforzerà, Cus Palermo ( anche qui , siamo nel palermitano …) e Monreale.
Bisognerà lottare, contro tutti. Auguri Pino.
Questa settimana fermi i campionati di Promozione e 2^ Categoria si sono giocati La Coppa Trinacria Campobello- Gela Calcio. Il Campobello di Enrico Lo Coco si è imposto per 3-0 alla corazzata Gela Calcio agli ottavi di finale di Coppa Trinacria. Scatenato il Bomber del Campobello Falsone e l’esperto Gero Iannello che chiudono immediatamente la pratica.
In Coppa Italia invece brutto scivolone del Gela FC grazie ad un ottimo Polito del Raffadali. Il mister Francesco Evola del Gela si è presentato a Raffadali in formazione rimaneggiata senza gli attaccanti Scerra e Ascia. Ottimo il giovanissimo Alessi, seguito da società professionistiche e l’esperto Iannizzotto. Infine per concludere passiamo alla 3° categoria.

I RISULTATI :
BIVONA 2020-ARAGONA CALCIO 0-3 ;
BURGIO-SOCCER LICATA 3-! ;
CIANCIANA CALCIO-SCIACCA SOCCER 5-0
GATTOPARDO -PALMA -ATHENA 2-!
MONTALLEGRO -RIBERA 1954 1-3
REAL LICATA -REAL CANICATTI 2-0

Conducono in testa REAL LICATA e RIBERA. Ma Attenzione all’Aragona dell’esperto Alessandro De Caro, La delusione è stata il Montallegro , una società che per la categoria ha un pubblico eccezionale. Ottima la vittoria del Real Licata , una nuova società ben costruita da una proprietà importante , mentre l’altra squadra la Soccer Licata è un rebus. Troppo presto per dare giudizi. Forse la prossima settimana dopo Real Licata-Aragona ne sapremo di più.

Articolo precedenteRaffadali, battuto il Gela in Coppa Italia
Articolo successivoCasteltermini, si è dimesso il tecnico Pino La Bianca