“Il primo obiettivo è quello di riconquistare l’amore è l’affetto del popolo biancazzurro cercando di riportarlo allo stadio Esseneto e di farlo divertire nuovamente.
Sono convinto che se riusciremo ad operare bene allestendo un’ottima squadra che possa esprimere un buon calcio e far divertire il tifoso la domenica, l’amore del popolo biancazzurro sboccerà immediatamente.
Sono legato a questa città da rapporti effettivi di sangue e di lavoro. Penso di conoscere bene l’Akragas e quello che può dare il popolo akragantino.
La mia scommessa è questa. Non facciamo proclami, ma voliamo bassi cercando di fare i professionisti di dilettanti e soprattutto metteremo la “giurgintanità” al senso del nostro progetto”.