IMG_6082stadio Esseneto tribuna stampaLa segreteria provinciale dell’Assostampa stigmatizza quanto avvenuto domenica pomeriggio allo stadio Esseneto, in occasione dell’incontro di Calcio fra la locale Akragas e San Cesareo. Nonostante gli accrediti ripetuti per ogni incontro, i giornalisti che si sono presentati in tribuna, nell’area riservata alla stampa, quasi un’ora prima dell’inizio della partita, si sono ritrovati con i posti occupati da spettatori che non volevano lasciare il posto, nonostante la scritta “Riservato stampa”.

“All’inizio del campionato – ricorda il segretario provinciale Stelio Zaccaria – abbiamo avuto un incontro con il sindaco Zambuto e con il presidente dell’Akragas Alessi, nella tribuna coperta dello stadio, nel corso del quale si era discusso della realizzazione di una sala stampa separata, dove i giornalisti potessero svolgere il loro lavoro in un luogo adeguato e con l’ausilio di telefoni e collegamento internet. In quell’occasione il sindaco Zambuto assicurò che presto sarebbero stati eseguiti i lavori e il presidente dell’Akragas Alessi assicurò, a sua volta, che nelle more, sarebbe stata riservata un’area della tribuna coperta proprio ai giornalisti. L’area è stata individuata, ma nessuno controlla che venga rispettata e i giornalisti sono costretti, ancora una volta, a trovarsi i posti dove seguire gli incontri o litigare con quelli che occupano abusivamente i posti riservati”.
L’Assostampa torna quindi a chiedere a Comune e Akragas a mantenere fede agli impegni assunti con i giornalisti che contribuiscono, con il loro lavoro, a fare conoscere l’attività della squadra.

Articolo precedenteCiani, tante emozioni per la cittadinanza onoraria di Agrigento
Articolo successivoAkragas in Lega Pro… sognare è lecito, ma il Comune si dia una mossa