Continua nel GIRONE A il duello a distanza tra Marsala e Licata. I lilibetani di Ignazio Chianetta vincono facile (4-2) a Mussomeli e mantengono tre punti di vantaggio sul Licata che è passato trionfalmente (3-0) anche sul campo del Mazara.
Artefici del successo della squadra di mister Giovanni Campanella Riccobono, Tumbarello e Cannavò. Sorpresa Dattilo: battuta in casa (1-2) dalla Pro Favara il cui portiere Bollara ha parato un rigore a Fina. Gran colpo esterno del Caccamo che con una doppietta di Clemente ribalta il gol di Lala del Cus Palermo.
Scavalcando al 5° posto il Mazara, il Canicattì di Seby Catania, che passa (2-0) a Monreale, entra di diritto nella griglia dei play off. Pareggio (2-2) tra Alcamo e Parmonval e tra Kamarat e Campofranco, mentre il Castelbuono non trova alcuna resistenza (5-1) da parte del già condannato Casteldaccia.

Nel GIRONE B il Città di Messina cala un poker anche al Pistunina (4-0) e si appresta a tagliare il traguardo della seconda promozione consecutiva. Resta al 2° posto, a nove lunghezze dal vertice, il S. Agata che incamera senza giocare i tre punti per la radiazione dell’Adrano. Mantiene il passo lo Scordia a due punti dal S. Agata, grazie al facile successo esterno (2-0) contro l’Avola.
Nel Biancavilla ritorna mister Gaspare Cacciola e la sua squadra si impone, seppure di misura (3-2) e allo scadere, contro il Rosolini, grazie ad un rigore realizzato da Salvo Maimone. A fine gara l’allenatore del Rosolini, Natale Serafino, per divergenze di vedute con la dirigenza, ha rassegnato le proprie dimissioni. Nella sfida play off tra Paternò e Camaro si sono imposti gli etnei con un gol di Capozzucchi.
Il Giarre fa festa rifilando al Ragusa un punteggio tennistico (6-1). Un gol del giovane gambiano Badje consente al Catania S. Pio di mister Saro De Cento di battere il Real Aci e di conquistare nettamente in anticipo la permanenza in Eccellenza.
Per la zona play out l’Atletico Catania strappa un pareggio (1-1 gol di Floridia e Torcivia) nella tana del Caltagirone, che recrimina per un gol annullato al 90’-
Nella foto GIOVANNI CAMPANELLA mister del Licata