Tutte vittoriose, nel GIRONE A, le prime cinque squadre della classifica.
La capolista Marsala ha travolto (4-1) il Campofranco, il Licata, seppure sul neutro di Palermo, non ha dato scampo (3-1) all’Alcamo, mentre il Dattilo è andato a vincere (2-0) a Casteldaccia. Sempre in zona play off, non trova alcuna resistenza il Caccamo contro il Monreale, sconfitto per 4-1, mentre il Canicattì si attesta tranquillamente al 5° posto avendo superato (3-0) il Kamarat sempre più, a sua volta, invischiato in zona play out. Bella impresa, sempre in chiave spareggi-salvezza, del Mussomeli che ha travolto (3-0) il Mazara.
Senza vincitori né vinti si sono conclusi., entrambi 1-1, Parmonval-Castelbuono e Pro Favara-Cus Palermo.

Nel GIRONE B il Città di Messina ottiene il pareggio che cercava contro il Camaro e conquista matematicamente, in anticipo e meritatamente, la promozione in Serie D. Tutto invariato alle spalle della neo promossa.
Il S. Agata travolge (4-0) il malcapitato Paternò e resta al 2° posto, lo Scordia (unico successo esterno della giornata) si impone di misura (1-0) contro l’Atletico Catania e rimane terzo, mentre il Biancavilla asfalta (5-0) l’Avola e prosegue al 4° posto.

Nella lotta per il 5° posto, ultimo valido per entrare nella griglia dei play off, il Camaro guadagna un’altra lunghezza sul Paternò, portando il suo vantaggio a tre punti. In zona salvezza il Pistunina conquista un prezioso successo sul Rosolini (2-1) e mantiene a debita distanza ( 3 punti) il Real Aci di Alfonso Benedettino che, a sua volta, ha centrato una straordinaria impresa battendo (2-0) il Giarre, avvicinandosi sempre più alla salvezza diretta. La San Pio, pur trabnquilla, impone il nulla di fatto (0-0) al Caltagirone e lo inguaia in zona play out.
Nella foto il Città di Messina in festa