E dopo avere prima salutato la sua vecchia società ed i tifosi biancazzurri che lo hanno osannato per un’intera stagione, eccolo pronto per una nuova avventura con la Pro Favara, che mira senza mezzi termini a conquistare l’agognata serie D.
Stiamo parlando di Desiderio Garufo  nativo di Grotte ma con papà favarese e tanti affetti e amici nella cittadina chiaramontana.

Di seguito il comunicato della società favarese:
“La dirigenza di Piazzale dei Giochi Olimpici ha trovato subito intesa ed accordo (nella foto il giocatore tra i vertici dirigenziali Salvatore Marrone e Rino Castronovo).
Garufo sposa quindi l’ambizioso progetto Pro Favara che fa rima con la prima consonante del suo nome di battesimo: la D.
Si tratta di un grande colpo di mercato che rafforza ulteriormente l’organico che avrà a disposizione il tecnico Gaetano Catalano.

Al giocatore, premiato con il pallone d’oro 2022/2023 a Paterno lo scorso 16 giugno,  è stato conferito, pochi giorni fa nell’incantevole Castello Branciforti di Raccuja, l’importante riconoscimento “Am Award Premio Sergio Granata”, come migliore giocatore dell’Eccellenza del campionato appena concluso.
Il centrocampista, fresco di promozione con la maglia dell’Akragas, nella sua brillante carriera ha vinto ben 9 campionati. I numeri parlano da soli: 570 partite giocate, 325 tra i professionisti, 2 supercoppa italiana di Serie C, una coppa regionale.
Ha indossato le maglie del Parma e Trapani (serie B), Catania, Taranto, Nocerina, Reggina, Catanzaro, Novara, Sangiovannese (serie C), Nissa (serie D) e negli ultimi due campionati Canicattì e Akragas, contribuendo in maniera decisiva alla promozione di entrambe le compagini agrigentine.

Lo scorso campionato è andato a segno 11 volte in campionato e 3 in Coppa Italia, disputando la finale con l’Igea.

Nelle prossime settimane il nuovo giocatore gialloblù incontrerà la stampa ed i tifosi alla presenza dell’intera dirigenza”.