Il difensore Pietro Piro del Cattolica Eraclea
Il difensore Pietro Piro del Cattolica Eraclea

Ancora una buona prestazione esterna per il Cattolica Eraclea, che culmina con un pareggio che sta stretto alla compagine amaranto. Padroni del campo grazie ad un centrocampo molto tecnico  composto da Tutino, Catania e Gurreri, Gli ospiti trovano il goal del vantaggio con Tutino al 29′ abile a finalizzare una bella azione di Liborio Miceli e a mettere in rete.  Due gravi amnesie però  propiziano la rimonta dei padroni di casa: al 44′ il centravanti lercarese lasciato colpevolmente solo su calcio d’angolo, insacca di testa (4° goal su 5 incassato su calcio piazzato) dopo un’uscita infelice di Russo , al 1° del secondo tempo la difesa amaranto si fa trovare impreparata ad un preciso diagonale da fuori area che s’insacca alla destra di Russo. E’ il gol del  il 2a1 per il Lercara. La squadra di Mister Tutino non ci sta e rialza la testa,  e  dopo appena 4 minuti, agguanta il pari con Adriano Gangarossa, che insacca di testa un cross, su calcio piazzato di Fofò Gurreri. L’undici cattolicese continua per tutto il match a mettere in mostra ottime trame di gioco, grazie soprattutto alla  grande prova di Gery Tutino, ma manca lo spunto finale per il goal-vittoria.   Il risultato non cambia  nonostante gli ingressi in attacco di Broccia, Trinci e del convalescente Stagno. Termina così una partita che conferma un Cattolica più sciolto e spavaldo fuori casa. Domenica prossima altra prova di un certo peso, sul campo di Grotte contro la forte Libertas Racalmuto.