L’attesa è finita. Inizia l’era del nuovo Catania, targato Ross Pelligra. Infatti, domenica 21 agosto alle ore 16, i rossazzurri, guidati in panchina da mister Giovanni Ferraro, affronteranno in trasferta, nel turno preliminare di Coppa Italia, la Sancataldese del neo mister Matteo Vullo.
Per il Catania, ammesso, come sappiamo, in sovrannumero in Serie D dopo il fallimento, si tratta del primo impegno ufficiale dopo gli allenamenti congiunti (si chiamano così, ora, le partite amichevoli) contro la Sebastiano Russo di Riposto e il Taormina.
C’è molta attesa e soprattutto grandi aspettative verso questo Catania della rinascita, allestito alla grande dal diesse Antonello Laneri che, con l’assenso della nuova dirigenza, ha composto un mix di giocatori molto esperti e di categorie superiori con altri giovani under di grandi prospettive che in Serie D, essendo obbligatori 4 elementi sempre in campo (1 del 2001, 1 del 2002, 1 del 2003 e 1 del 2004), potrebbero risultare determinanti.
Il Catania, inutile dirlo, è chiamato a vincere il campionato, così come hanno fatto, ad esempio il Bari, il Palermo o il Taranto, dopo i rispettivi fallimenti. Vincere non è mai facile in nessuna categoria, ma questo nuovo Catania che, sulla carta, basandoci sui nomi, è una squadra stratosferica e fuori categoria, fa ben sperare i propri tifosi.
Per superare questo turno preliminare occorre vincere per cui, in caso di parità dopo i tempi regolamentari, si tireranno i rigori. Per la cronaca, la squadra che supererà questo turno preliminare tra Sancataldese e Catania, affronterà, nel I° turno, il prossimo 28 domenica agosto, ore 16, il Paternò al “Falcone e Borsellino”.

Articolo precedenteEccellenza, Pro Favara e Sciacca affilano le armi
Articolo successivoAkragas, si blinda la difesa. Tesserato Davide Lo Cascio