Le prossime settimane potrebbero essere importanti per il Canicattì classificatosi al secondo posto.
Secondo voci di corridoio, la compagine biancorossa sarebbe favorita insieme al Sant’Agata per l’ammissione al prossimo campionato di Serie D, in quanto rientranti tra le sette formazioni , giunte seconde, da promuovere per completare l’organico.

Una notizia che circola insistentemente anche nella città dell’uva Italia, dove i tifosi sono in grande fibrillazione.
Il ritorno in D avverrebbe dopo quasi 25 anni, e sarà un gran da fare per  il Presidente Licata, il Vicepresidente Giacchetto e tutti i dirigenti componenti della società, compreso il Ds Avarello, che dovranno fare la corsa con il tempo per farsi trovare pronti ai nastri di partenza.

Lo storico stadio “Carlotta Bordonaro” sta cambiando look, e presto verrà ristrutturato e dotato di erba sintetica.
Ma ci altre ipotesi da non scartare, come il ripescaggio in D del Marsala retrocesso in stagione.
A questo punto, siamo sempre nel campo delle incertezze, la competenza passa alla LND, che dovrà adottare un metro lineare per decidere la futura composizione dei gironi di Eccellenza e serie D.

Al momento sono nove le compagini siciliane ai nastri di partenza: FC Messina, ACR Messina, Troina, Licata, Acireale, Biancavilla, Marina Ragusa, Dattilo Noir e Paternò.
A queste, prossimamente e come detto prima, nelle prossime settimane potrebbero aggiungersi Canicattì e Città Di Sant’Agata, mentre resta ancora da decidere il destino della Sicula Leonzio, impegnata nei play-out contro il Bisceglie.