Colpo di scena a Canicattì, a pochi giorni dall’inizio del Campionato di Eccellenza che lo vedeva impegnato allo stadio “Bruccoleri” contro la Pro Favara: il tecnico Nicolò Terranova ha rassegnato le proprie dimissioni.
Oltre a Terranova lasciano Canicattì: il preparatore atletico Gianluca Amato, il preparatore dei portieri Pietro Catalano e la nutrizionista Dott. Sandra Greco.
Il Presidente e tutti i dirigenti ringraziano il Mr. Nicolò Terranova e l’intero staff tecnico per la grande professionalità, l’impegno profuso e gli esaltanti risultati sportivi raggiunti.

Il commento di Nicolò Terranova

“E’ con profondo rammarico che mi trovo costretto a comunicare l’interruzione del mio rapporto lavorativo con il Canicattì Calcio.
Finisce così, per me in modo brusco ed inaspettato, una storia di “amore sportivo” nella quale ho creduto intensamente.
I risultati conseguiti nella passata stagione, le emozioni, le gioie ed i dolori, i picchi indescrivibili di adrenalina hanno creato tra me e questa squadra, questa città e questi colori, un legame che per lunghi tratti ho ritenuto indissolubile, ma, come in tutte le storie della vita, c’è un inizio ed una fine.Il mio legame con il Canicattì mi ha spinto oltre ogni logica;
In tanti, dopo quanto accaduto nella scorsa stagione, mi consigliavano di andare via, di dare spazio alle mie, credo legittime ambizioni, di lasciare una piazza dove quest’ anno Terranova “deve” fare meglio di quello appena trascorso!!Al cuore non si comanda e poi …… mai sfidare il sottoscritto!!! …risponderò sempre presente!!!!!!
Nella assoluta convinzione di potere e di dovere fare bene, ho accettato di buon grado la sfida, l’ ho fatto pur sapendo di una riduzione del budget da parte della società , nella certezza che le sinergie positive sviluppate lo scorso anno con questo gruppo (Squadra, dirigenti e pubblico) ci avrebbero portato a vivere insieme un altro sogno.
Oggi purtroppo le divergenze tra me e il Direttore Sportivo che mi rimprovera di essere “troppo esigente” (eppure sono lo stesso della passata stagione) mi impongono una nuova riflessione. “Ridimensionamento dei programmi “….va bene, ma va bene nei limiti che mi consentono di crederci, di non ingannare una tifoseria che mi vuole bene, di non mancare di rispetto all’ uomo, al tecnico al mio staff e principalmente alla gente che crede in me, e soprattutto non a pochi giorni dall’inizio del campionato.
Siamo a due giorni dalla chiusura del calciomercato e la rosa risulta ancora incompleta, carente di pedine fondamentali e ulteriori giocatori di valore che completino la batteria degli under.
Lascio Canicattì con profonda amarezza, col rammarico di quello che poteva essere e che purtroppo non è stato. Grazie alla Città, grazie ad un grande Presidente e alla dirigenza, grazie a questa meravigliosa Tifoseria.
A tutti l’ augurio delle migliori fortune sportive e personali da colui che rimarrà sempre “RACINARO NEL CUORE”NICOLA TERRANOVA”.