Una doppietta di Pasivich regala all’Akragas una vittoria ccon la Mazarese, diventata sofferta dopo l’espulsione di Tuniz per fallo da ultimo uomo.
Solito Akragas, che mette quasi subito sottopressione l’avversario, ed al 12′, passa sugli sviluppi di un calcio d’angolo con testa vincente dell’argentino Pavisich che beffa il portiere De Miere.
La gara si fa più vibrante ma l’episodio dell’espulsione di Tuniz al 38′, rivoluziona i piani del tecnico Terranova.
Prende coraggio la Mazarese, che conclude la prima parte del tempo senza particolari sussulti.
Nella ripresa,, put in feriorità numerica, l’Akragas riesce a distendersi in avanti ed a trovare la via del gol (69′) ancora con Pasivich.
E’ un Akragas generoso, ma che deve fare i conti con una Mazarese combattiva.
Ed è così che qualche minuto più tardi la gara si riapre grazie alla rete di Corso.
Attimi di supance per un infortunio occorso a Prestia e Jammeh , che viengono  portati in ospedale per accertamenti con un’ambulanza entrata sul terreno di gioco.
La gara vede la Mazarese protesa alla ricerca del pari, e dopo ben undici minuti di recupero, l’arbitro fischia la fine delle ostilità.
Da sottolineare il fatto, che seppur giocasse in inferiorità numerica, l’Akragas non ha corso grossi pericoli, fatta eccezione del tiro di Corso che ha accorciato le distanze.

Articolo precedenteAkragas – Mazarese, ecco i convocati di Terranova ed Iacono
Articolo successivoEccellenza A, risultati e classifica parziale in attesa dei recuperi