Tutti in campo per smaltire i postumi delle feste di fine anno, e preparare la sfida (la prima dell’anno) che inaugura il girone di ritorno in quel di Mazara.
Non si nascondono le difficoltà di questa trasferta, e contro una squadra, che ha operato nel mercato di dicembre, in maniera massiccia e decisa per tirarsi fuori dalle “secche” di bassa classifica.
Adesso il tecnico Dino Marino può contare su una rosa molto completa dal punto di vista tecnico, arricchita dagli ultimi arrivati, molto esperti e grandi conoscitori della categoria.
Tra l’altra, il Mazara ha di recente ingaggiato l’ex akragantino Caronia, il bomber Rosella ed altri calciatori esperti.
Di contro l’Akragas, ne ha approfittato per recuperare tutti gli infortunati, compreso Pirrone che scalpita per scendere in campo.
Il tecnico Totò Vullo può avere a disposizione una rosa concentrata al massimo, ed al “Nino Vaccara” è consapevole di doversi giocare un match d’alta tensione.
Squadra, dirigenza e collaboratori, hanno trascorso l’ultimo giorno dell’anno insieme, in un clima di grande serenità.
C’è grande voglia di partire bene, ma a decidere le sorti di questo campionato dovrà essere il rettangolo di gioco.
Alla sfida di domenica mancano appena due giorni, e sono in fermento anche i tifosi biancazzurri che non intendono mancare a questo primo appuntamento dell’anno.
Il costo del biglietto (al Nino Vacara” per donne, uomini e tifoseria ospite è stato fissato a 10 euro, posto unico.