Arriva un’altra mazzata disciplinare per il presidente dell’Akragas Giovanni Castronovo. Ai tre mesi inflitti in stagione con l’Akragas (per un “diverbio” avuto con l’arbitro della gara Sig. Lipari di Trapani), si aggiunge quella ben più pesante di quindici mesi oltre 500 euro di ammenda, inflitta dal Tribunale Federale Territoriale e relativa alla scorsa stagione quando, lo stesso, ricopriva la carica di presidente della società Parmonval.

I fatti risalgono alla scorsa stagione, ed interessa una finale regionale del Campionato Juniores tra Camaro e Parmonval, con protagonista (secondo quanto dichiarato dai diretti interessati) l’arbitro Cristian De Caro di Licata, il quale aveva tenuto un  comportamento  discriminatorio  nei  confronti  del calciatore palermitano  Colley Ansumana.

Il maltorto di Castronovo e quello di  avere  presentato e sottoscritto la querela del  Colley nei  confronti  del  De  Caro  senza  avere  ottenuto la  prescritta autorizzazione del Consiglio Federale”.
Morale della favola, il presidente Castronovo, in totale dovrebbe scontare sedici mesi di squalifica.
Ancora non si registra alcuna reazione da parte del diretto interessato, che sicuramente sta meditando il da farsi.

(dal Comunicato Ufficiale 296 dell’11/02/2020)