Akragas in ripresa. Netto 3-0 al Monreale

L’Akragas è in ripresa. Lo è nei risultati, dopo il 2-0 di Mazara, ma lo è soprattutto nel gioco. Tralasciando per un attimo la consistenza dell’avversario, c’è da dire che non è passato inosservato il momento positivo dei biancazzurri sempre presenti in ogni posizione del campo per tutti gli oltre 99 minuti giocati.

Ricordato prima della gara il super tifoso dell’Akragas Totò Contino a tre anni della sua precoce dipartita.

Biancazzurri che al fischio del direttore di gara vanno subito in rete. Pronti via e dopo 9 secondi Jacopo Finessi da oltre 20 metri, si prepara il destro e lascia partire un rasoterra velenosissimo che infila Giuseppe Ingrassia (già Campione d’Italia nel 2009 con la Primavera del Palermo, insieme ai vari Abel Hernandez, Corsino, Cossentino, Misuraca, Mazzotta, Conti e gli altri talenti di quel Palermo targato Zamparini che fece emozionare e non poco i tifosi rosanero).

Increduli i pochi tifosi sugli spalti che hanno assistito a questo gol dell’Akragas che con molta probabilità resterà nella storia come il più rapido di sempre. Ma non è finita qui. Passano poco meno di 3 minuti e i Giganti raddoppiano. Sugli sviluppi di un doppio calcio d’angolo, Tuniz è più lesto di tutti e agevolmente di testa appoggia il pallone oltre la linea.

Squadra di casa che come dicevamo in premessa è scesa in campo davvero convinta dei propri mezzi arrivando per prima sulle prime palle, rapida negli scambi, che cerca subito la verticalizzazione ed i cambi di gioco.

Al 21° Pavisich su cross di Bellanca colpisce il pallone che finisce di poco alto sopra la traversa. Al 26° giallo in aria biancazzurra. Sidoti viene sgambettato da Di Giorgio dentro l’area di rigore ma il signor Marco La Paglia di Enna, sorvola e non concede il penalty ai neroverdi. 3 minuti dopo i giganti chiudono definitivamente la gara con Bellanca che su calcio piazzato da fuori aria supera la barriera e infila Ingrassia colpevole secondo noi di aver battezzato fuori la sfera.

Al 36° ancora Akragas e ancora Bellanca che stavolta colpisce il palo su un invitante cross di uno scatenato Finessi, sicuramente tra i migliori in campo. Un minuto dopo ci pensa Piyuka ad impensierire Ingrassia con un tiro non proprio velleitario da oltre 25 metri, tiro centrale parato facile dal portiere ospite. Al 42° ci prova Sidoti in rovesciata dopo una ribattuta della difesa dell’Akragas sul calcio di punizione dal limite di Esposito, ma non trova la porta calciando alto. Allo scadere del primo tempo gol annullato all’Akragas per un presunto offside di Bellanca, dopo un’azione ben orchestrata sull’out di sinistra.

Nella ripresa, Cipolla su calcio d’angolo colpisce di testa a colpo sicuro ma Ingrassia si supera e neutralizza. Al 14° il sig. La Paglia decreta un calcio di rigore per il Monreale per un tocco di mano di Llama che viene anche ammonito. Sul dischetto si presenta il mancino Namio che va al tiro non troppo convinto verso l’angolino alla sua sinistra, ma Harusha intuisce e con un gran tuffo blocca il pallone.

Al 21° ancora Akragas con una grandissima azione in contropiede di Pavisich che lanciato in profondità da un compagno supera in velocità il proprio avversario ed una volta giunto a tu per tu con Ingrassia non riesce a superarlo anche per l’ottima copertura della propria porta del portiere palermitano. Al 31° calcio di punizione di Lucido dal vertice destro dell’area di rigore della Akragas che finisce alto sopra la traversa. Al 36° ancora Pavisich si libera al tiro dal limite, un grandissima conclusione che trova ancora pronto Ingrassia con una prestigiosa parata, da gran campione in tuffo alla sua sinistra. Al 43° da segnalare ancora un palo colpito dall’Akragas, stavolta con Piyuca che colpisce forte dal limite dopo un’azione tambureggiante sull’asse Taormina-Prestia-Marra. A ribattere sul palo ancora una volta di pensa l’estremo difensore neroverde che sfoggia un’altra super parata. Dopo 6 minuti di recupero il direttore di gara Marco La Paglia di Enna, decreta la fine delle ostilità.

Akragas – Monreale 3-0

Akragas. Harusha, Di Giorgio, Tarantino (71° Ferrigno), Taormina F., Cipolla, Tuniz (55° Llama), Finessi, Lavardera (76° Prestia), Pavisich (84° Taormina G.), Piyuka, Bellanca (61° Marra). All.: Nicolò Terranova. A disp. Scannella, Baio, Vizzini, Leonardi.

Monreale. Ingrassia, Vitrano, Procida, D’Amore, Esposito (85° Mandala’), Zammitti, Namio (70° Saia), Rizzo (8° Lucido), Gastone (54° Gnoffo), Ruggeri (77° Molinini), Sidoti. All.: Giuseppe Vetrano. A disp. Cannella, Seidita, Giglio.

Arbitro. Marco La Paglia di Enna. Saverio Francesco Di Martino e Alessandro Firera di Ragusa.

Reti. 1° Finessi (A); 4° Tuniz (A); 29° Bellanca (A).

Ammoniti. Llama, Cipolla, Taormina F, Marra (Akragas); Zammitti, Gastone, Vitrano, Mandala’ (Monreale).

Angoli. 7-1 per l’Akragas

 

Articolo precedenteEccellenza A, i risultati, la classifica e domenica Misilmeri – Canicattì
Articolo successivoVolley Femminile, la Seap Dallicardillo cede a Macerata 3 – 0