I Giovanni Castronovo
Il vicepresidente dell’Akragas Giovanni Castronovo

Il giorno dopo la vittoria in Coppa Italia dell’Akragas torna a parlare il vice presidente biancazzurro Giovanni Castronovo. La prestazione della sua squadra e il mancato posticipo della gara del Campofranco, sono questi gli argomenti dell’intervista al dirigente akragantino.

Una vittoria schiacciante e l’ennesima ottima prestazione, soddisfatto dell’Akragas?
Castronovo – Molto. Ieri ho visto ancora una volta una squadra quadrata e ben organizzata.
– D – Quattro gol in due partite da titolare, di cui uno su punizione,  qual è il suo pensiero su Rosa?
Castronovo – “Rosa è un grande professionista, un attaccante fortissimo l’Akragas ha biosgno di lui come ha bisogno di tutti gli altri, siamo un grande gruppo”.
– D – Un derby in Coppa appena vinto, il passaggio del turno e adesso pronti via con il Campofranco, che sapore ha questa sfida?
Castronovo – “Un sapore unico e speciale, è la sfida tra due squadre che sono le vere protagoniste del campionato,  il Campofranco è una squadra dal gioco molto veloce e imprevedibile”. L’Akragas aveva chiesto il posticipo della gara a giorno uno novembre, ma pare che il Campofranco non avrebbe dato la sua disponibilità, che idea si è fatto in merito?
 Sono molto arrabbiato. Questa sfida va giocata con un pubblico dalle grande occasioni, eravamo pronti a giocare giorno uno novembre, ma la dirigenza del Campofranco ha agito in modo del tutto scorretto. Il direttore generale Gero Curcio sta usando scuse risibili e farsesche, tutto questo è davvero inconcepibile. Curcio non da la disponibilità per motivi del tutto personali.
– D – L’Akragas aveva già accontentato la dirigenza del Campofranco in occasione dei play-off regionali?
Castronovo – Si, in quell’occasione abbiamo accontentato il Campofranco, rinunciando anche ad un cospicuo incasso per permettere ai tifosi campofranchesi di essere presenti. Loro non potevano giocare di domenica per impegni di natura religiosa e noi con grande sportività abbiamo accettato. Adesso le nostre richieste sono state rispedite al mittente. Voglio che Curcio dica pubblicamente i motivi della loro mancata disponibilità”.
N. B. Chiaramente, il nostro giornale è disponibile ad un’eventuale replica dell’Atletico Campofranco.