La

Podio interamente trapanese al culmine di una memorabile edizione, la terza, dell’Autoslalom Città di Sant’Angelo Muxaro.
Ad aggiudicarsi la sfida tra i birilli ospite nella suggestiva cittadina sicana situata in provincia di Agrigento è stato in volata il “veterano” Nicolò Incammisa, al volante della fedele Radical SR4 Suzuki.
Il sessantottenne pilota di Custonaci, presidente della Trapani Corse ed autore sui 2,990 km del tracciato di una prestazione costante e convincente, ha regolato per appena 55 centesimi di secondo sotto la bandiera a scacchi l’altro trapanese (sebbene originario di Buseto Palizzolo) Pietro Raiti, a sua volta alla guida di un prototipo Alba SPR02 Kawasaki schierato dalla Catania Corse, curiosamente piazzato al secondo posto anche nel 2016.

A completare il podio l’altro giovane trapanese (ma questa volta di Mazara del Vallo) Girolamo Ingardia, come sempre spettacolare, però sfortunato, alla guida della sua Fiat Cinquecento Suzuki per la Trapani Corse, giunto a 2”04 dalla vetta.

Pietro Raiti

 

LA CLASSIFICA FINALE:
1) Nicolò Incammisa (Radical SR4 Suzuki), in 142,21 “punti-secondi” 2) Pietro Raiti (su Alba SPS02 Kawasaki), in 142,76 3) Girolamo Ingardia (Fiat Cinquecento Suzuki), in 144,25 4) Giuseppe Medica (su Radical Prosport Suzuki), in 144,98 5) Giuseppe Spadaro (Radical SR4 Kawasaki), in 147,93 6) Onofrio Vito Alba (su Alba SPS01 Kawasaki), in 150,26 7) Franco Garofalo (Formula Gloria B4 Yamaha), in 152,36 8) Biagio Salamone (con la Renault Clio Proto Kawasaki), in 152,90 9) Ivan Brusca (con la Peugeot 106 Gti 16v), in 153,21 10) Giuseppe Pappalardo (Peugeot 205 Rallye), in 153,56 11) Massimo Gentile (Formula Gloria B5 Yamaha), in 153,71 12) Modesto Sollima (Peugeot 205 Rallye), in 153,76 13) Gero Zucchetto (su Peugeot 106 Gti 16v), in 154,64 14)

Girolamo Incardia
Enza Allotta

Cla