Tutto facile (4-0) per la capolista del GIRONE A Marsala contro il giovane Kamarat ma il Licata risponde a tono mettendo sotto il Mussomeli (4-0) con tripletta del bomber Cannavò mantenendo inalterate le distanze dalla vetta (3 punti). Frena, invece, il Dattilo, raggiunto in extremis (1-1) dal Caccamo e sceso al 3° posto in classifica, mentre al Mazara basta un gol di Maltese per violare il campo della Parmonval e raggiungere al 4° posto proprio il Caccamo.
Si fa sotto il Canicattì che, battendo il Cus Palermo (1-0 gol di Prestia) si porta a due soli punti dal 5° posto, buono per i play off. Poker di reti dell’Alcamo contro il già condannato Casteldaccia.
Il neo allenatore e capitano della Pro Favara Gerlando Contino, realizzando una doppietta, ha condotto alla vittoria la sua squadra contro il Castelbuono.
Grazie al pareggio (1-1) rimediato con un gol capolavoro di Immesi contro il Monreale, il Campofranco continua a sperare nella salvezza.

Nel GIRONE B il Città di Messina che ha sbancato anche il campo del Biancavilla, si appresta tranquillamente a tagliare il traguardo della Serie D. La deludente squadre di Tommaso Napoli scende addirittura al 4° posto superata dal S. Agata e dallo Scordia.
Il S. Agata, grazie al successo sul Giarre (2-1), conquista solitario il 2° posto mentre lo Scordia, per merito del solito Provenzano, supera il Rosolini dell’ex Natale Serafino e agguanta il 3° posto a due sole lunghezze dal S. Agata. Il 5° posto è del Camaro che, senza giocare, per assenza dell’Adrano (4^ rinuncia e radiazione), acquisisce tre punti importanti in chiave play off. Nei play off continua a sperare il Paternò che si è imposto (1-0) sul campo del Pistunina con un gol di Guarnera.
In zona salvezza il Catania S. Pio vince a Ragusa (3-1) e raggiunge una posizione di assoluta tranquillità in classifica. Nello scontro diretto nella lotta per la salvezza l’Atletico Catania supera (3-1) l’Avola con doppietta di Di Venuto e gol del sempre verde Giorgio Corona.
Sempre per la zona salvezza c’è da sottolineare la grande rimonta del Real Aci che, con Alfonso Benedettino in panchina, ha battuto anche il Caltagirone raggiungendolo in classifica.
Nella foto l’ex akragantino ALFONSO BENEDETTINO mister Real Aci